La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

impilare / pila

10 settembre 2013
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: impilare / pila

Sillabazione: im–pi–là–re
impilàre / impiˈlare/
[comp. di in- (1) e pila (1) 1957]
v. tr.
porre ordinatamente vari oggetti uno sopra l'altro in modo da formare una pila: impilare imballaggi, pellami

Sillabazione: pì–la
pìla (1) / ˈpila/
[lat. pīla(m), di etim. incerta sec. XIII]
s. f.
1 serie di vari oggetti, sovrapposti l'uno all'altro: una pila di libri, di camicie, di piatti
2 (fis.) sorgente di forza elettromotrice costituita da una cellula elettrolitica fra gli elettrodi della quale si stabilisce una differenza di potenziale in virtù delle reazioni chimiche che avvengono nell'interno: batteria di pile | pila di Volta, voltaica, colonna formata di lamine di rame e di zinco alternate con rotelle di panno inzuppate di acido solforico | pila a secco, portatile, di piccole dimensioni, in cui il liquido elettrolitico è immobilizzato da sostanze porose | pila atomica, pila nucleare, reattore nucleare | (fig., colloq.) avere le pile scariche, essere molto stanco | ricaricare le pile, (fig., colloq.) riprendere le forze sia fisiche che psichiche
3 (colloq.) torcia elettrica, alimentata a pile: tiene una pila nel cruscotto dell'auto; pila tascabile; pila subacquea
4 (edil.) piedritto intermedio di un ponte
|| pilétta, dim. | pilettìna, dim. | pilóne, accr. m. (V.)

Sillabazione: pì–la
pìla (2) / ˈpila/
[lat. pīla(m) ‘mortaio’, da pīnsere. V. pestare 1298]
s. f.
1 recipiente fisso per acqua o altri liquidi: la pila della fontanella, dell'acquaio; alla marmorea pila / succiano l'acque (G. Pascoli)
2 vaschetta di pietra o marmo posta all'ingresso delle chiese, per contenere l'acqua benedetta con la quale i fedeli si segnano
3 vasca usata in particolari lavorazioni industriali
4 mortaio, spec. quello un tempo usato per pilare il riso
5 (centr.) pentola

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.