La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

cuccagna

11 aprile 2014
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: cuccagna

Sillabazione: cuc–cà–gna
cuccàgna / kukˈkaɲɲa/
[provenz. cocanha, dal got. *kōka ‘torta’ av. 1449]
s. f.
1 paese favoloso in cui regnano delizie di ogni genere: durava questa bella cuccagna di baloccarsi e di divertirsi (C. Collodi) | (est.) luogo in cui ognuno vive lietamente e senza pensieri
2 caso, evento fortunato, occasione favorevole e sim.: che cuccagna!; approfittare della cuccagna | cibo delizioso, leccornia | albero della cuccagna, nelle feste paesane, palo insaponato alla cui sommità sono appesi premi vari destinati a chi, arrampicandosi, riesce a impadronirsene
3 vita piacevole e allegra vissuta senza difficoltà: trovare la cuccagna; è finita la cuccagna
 SFUMATURE
cuccagna - pacchia - manna
Cuccagna è originariamente un paese immaginario dove c'è una grande abbondanza di cibi, bevande, e ogni altro genere di piaceri e divertimenti; in uso estensivo descrive una condizione di vita facile, nella quale le cose si ottengono senza alcuna fatica. In questo significato suo sinonimo è pacchia. Significato lievemente diverso ha manna, letteralmente il cibo che Dio fece piovere dal cielo per nutrire gli Ebrei in fuga dall'Egitto, in senso figurato un aiuto inaspettato, un beneficio prezioso e insperato.

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Commenti | Una risposta

  1. per quanto riguarda l’albero della cuccagna, l’etimologia sembra rinviare al ted. Maibaum, lett. “albero di maggio”, che in italiano sarebbe diventato appunto albero (o palo) della cuccagna

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.