La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

calore

1 agosto 2014
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: calore

Sillabazione: ca–ló–re
calóre / kaˈlore/
[lat. calōre(m), da calēre ‘aver caldo’, di orig. indeur. av. 1250]
s. m.
1 (fis.) energia della materia dipendente dall'energia cinetica del moto disordinato delle particelle che costituiscono la materia stessa: calore solare, terrestre; calore molare, specifico CFR. piro-, -termia, termo-, -termo | calor rosso, temperatura a cui un corpo appare rosso quando è sottoposto a riscaldamento, attorno ai 500 °C | calor bianco, temperatura a cui un corpo appare bianco quando è sottoposto a riscaldamento, attorno ai 2000 °C; (fig.) momento, stadio di massima tensione: la crisi è giunta al calor bianco
2 sensazione prodotta dall'energia termica insita in un corpo: il benefico calore della fiamma
3 canicola, calura: il calore estivo
4 (fig.) intensa partecipazione emotiva ed affettiva: sono persone prive di calore umano | fervore, entusiasmo: parlare con calore; approvare con calore un progetto, una proposta SIN. ardore CONTR. freddezza
5 (med., pop.) aumento della temperatura locale per processo infiammatorio | colpo di calore, V. colpo
6 estro: andare in calore
|| calorétto, dim. | calorìno, dim.
 SFUMATURE
calore - caldo
In fisica si definisce calore una forma di energia della materia che risulta dal movimento delle sue particelle; nell'uso corrente la parola indica la sensazione di caldo prodotta da un corpo, o anche l'elevata temperatura atmosferica di alcuni mesi dell'anno; in senso figurato sta a indicare un'intensa partecipazione affettiva. Caldo definisce invece un tipo particolare di calore, cioè la temperatura elevata di un ambiente, un calore intenso che produce sensazioni gradevoli o fastidiose; inoltre, spesso preceduto dall'articolo determinativo, caldo si riferisce all'estate o al clima di alcuni periodi dell'anno.

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.