La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

vassallo / vassallaggio

9 ottobre 2014
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: vassallo / vassallaggio

Sillabazione: vas–sàl–lo
vassàllo / vasˈsallo/
[lat. mediev. vassăllu(m), da văssus ‘servo’, vc. di orig. celtica sec. XIII]
A s. m. (f. -a)
1 nella società feudale, uomo libero che si assoggettava a un signore mediante vassallaggio
2 (est.) suddito, sottoposto (anche fig.): radunare i propri vassalli; li tratta come tanti vassalli
3 (raro, lett.) aiutante, sguattero
B in funzione di agg.
che dipende da, che è soggetto a qlcu.: nazione vassalla di una grande potenza; sfruttare i paesi vassalli

Sillabazione: vas–sal–làg–gio
vassallàggio / vassalˈladdʒo/
[da vassallo, sul modello del fr. vasselage 1235 ca.]
s. m.
1 nella società feudale, contratto in base al quale un uomo libero si assoggettava a un signore il quale si impegnava a proteggerlo
2 (fig.) condizione di asservimento, soggezione e sim. SIN. sudditanza
3 servizio | fare vassallaggio, prestare servizio
4 (raro, lett.) moltitudine di vassalli: tutto il vassallaggio era colà riunito
5 (fig.) valore; opera virtuosa

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.