La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

spartito / partitura

18 gennaio 2015
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: spartito / partitura

Sillabazione: spar–tì–to
spartìto (1) / sparˈtito/
part. pass. di spartire; anche agg.
nei sign. del v.
|| spartitaménte, avv. divisamente, separatamente

Sillabazione: spar–tì–to
spartìto (2) / sparˈtito/
[sost. di spartito (1), perché trascrive separatamente le parti dei singoli esecutori av. 1646]
s. m.
1 (mus.) riduzione per canto e pianoforte di una composizione per orchestra e voci soliste
2 (mus.) correntemente, partitura
|| spartitìno, dim.

Sillabazione: par–ti–tù–ra
partitùra / partiˈtura/
[da partire (1) 1659]
s. f.
1 (raro) spartizione | (tosc.) divisione del grano fra padrone e contadino
2 (mus.) complesso di pentagrammi, posti l'uno sotto l'altro, su ciascuno dei quali è scritta la parte che una voce o strumento deve eseguire simultaneamente agli altri in un brano non solistico: partitura della sinfonia, di una Messa | leggere in partitura, intendere un pezzo leggendolo, ed eseguirlo nei suoi tratti principali al piano

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.