La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

primavera

22 marzo 2015
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: primavera

SILLABAZIONE: pri–ma–vè–ra
primavèra (1) / primaˈvɛra/
[lat. parl. *primavēra(m), dal classico prīmo vēre ‘all'iniziare della primavera’. Per prīmus V. primo; vēr è di orig. indeur. sec. XII]
A s. f.
1 stagione dell'anno che dura 92 giorni e 21 ore, dall'equinozio di primavera (21 marzo) al solstizio d'estate (22 giugno), corrispondente all'autunno nell'emisfero australe
2 (est.) clima mite e particolarmente benigno: l'eterna primavera di certe regioni
3 (fig.) inizio favorevole, giovinezza: la primavera della vita; passo del viver mio la primavera (G. Leopardi)
4 (fig., scherz.) periodo di un anno: avere molte primavere; ormai ho quaranta primavere
5 (sport) squadra giovanile
B s. m. e f. inv.
(sport) giocatore di una squadra giovanile: i primavera dell'Inter, del Milan
C in funzione di agg. inv.
(posposto a un sost.) (sport) detto di squadra giovanile | nella loc. sezione primavera, negli asili nido, quella che accoglie bambini di età fra i due e i tre anni | nella loc. involtino primavera, V. involtino


SILLABAZIONE: pri–ma–vè–ra
primavèra (2) / primaˈvɛra/
[da primavera (1); detta così per la fioritura precoce 1550]
s. f.
pianta erbacea delle Primulacee con ciuffo basale di foglie largamente spatolate e di fiori gialli, spontanea nelle regioni temperate eurasiatiche (Primula acaulis) | primavera odorosa, con fiori gialli in ombrelle lungamente peduncolate (Primula veris)

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.