La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

abboccare

1 aprile 2015
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: abboccare

SILLABAZIONE: ab–boc–cà–re
abboccàre / abbokˈkare/
[comp. di a- (2) e bocca av. 1292]
A v. tr. (io abbócco, tu abbócchi)
1 (raro) afferrare con la bocca: un fiero lion … / che si pensava abboccare un agnello (L. Pulci)
2 (lett.) riempire fino all'orlo: abboccare la botte, il fiasco
3 collegare apparecchiature o tubazioni, introducendo l'estremità dell'una in quella dell'altra
B v. intr. (aus. avere)
1 attaccarsi con la bocca, mordendo l'esca (+ a): i pesci abboccano all'amo; oggi le trote non abboccano
2 (fig.) farsi ingannare per eccessiva ingenuità (+ a): il poveretto abboccò senza sospettare nulla; abboccare al pesce d'aprile; La baronessa fingeva d'abboccare alle lodi (G. Verga)
3 (mar.) navigare inclinato su un fianco tanto da portare il bordo al pelo dell'acqua, detto di imbarcazioni
4 in varie tecnologie, combaciare: le tubazioni abboccano
C abboccàrsi v. rifl. recipr.
1 incontrarsi con qlcu. per discutere (+ con): i deputati s'abboccarono prima della seduta; si erano abboccati con lui a Gorizia (I. Nievo)
2 congiungersi, detto di corsi d'acqua

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.