La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

libro

23 aprile 2015
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: libro

SILLABAZIONE: lì–bro
lìbro / ˈlibro/
[vc. dotta, lat. lĭbru(m), originariamente ‘pellicola tra la corteccia e il legno dell'albero’ che, prima dell'uso del papiro, serviva per scrivervi, di etim. incerta sec. XII]
s. m.
1 insieme di fogli che contengono un testo stampato o manoscritto, rilegati e provvisti di copertina: la pagina di un libro; libro di cento pagine; libro grande, piccolo; libro rilegato in pelle, cuoio, tela, pergamena CFR. biblio- | a libro, di ciò che si apre come un libro: scala, tavolo a libro | (est.) opera o testo scritto: un libro di storia, di medicina; è un libro prezioso, indispensabile, che colma una lacuna | libro giallo, romanzo di intreccio poliziesco | libro sacro, testo, basato su rivelazione o ispirazione divina, che costituisce il fondamento di alcune grandi religioni; in particolare, ciascuna delle parti che compongono la Bibbia | libro canonico, testo riconosciuto come ufficiale da una Chiesa o da un'organizzazione religiosa | libro di devozione, nel cattolicesimo, raccolta di preghiere e di esercizi pii | Libro dei morti, testo sacro degli antichi Egizi | libro d'ore, libro di preghiere in cui queste erano distribuite secondo le ore della giornata | libro all'Indice, quello contenuto in un elenco, detto Indice, in cui comparivano, fino al Concilio Vaticano II, i libri condannati dalla Chiesa cattolica | libro di testo, quello adottato dall'insegnante per lo studio di una certa materia | libro gioco, V. libro-game | libro giocattolo, formato da parti mobili o ripiegate che, combinate variamente fra loro, creano effetti particolari | libro elettronico, ebook | libro bianco, raccolta di documenti, testimonianze e sim. divulgata spec. per denunciare all'opinione pubblica problemi di rilevante interesse generale (dalla tradizione dei ‘libri diplomatici’, pubblicazioni ufficiali dei vari Stati contenenti importanti documenti relativi a controversie internazionali e denominate in base al colore della copertina libri bianchi, verdi, gialli ecc.) | libro tascabile, V. tascabile | finire un libro, finire di leggerlo o di scriverlo | il libro dei sogni, quello che fornisce l'interpretazione dei sogni per la cabala; (fig.) programma destinato a non realizzarsi mai | (scherz.) parlare come un libro stampato, con eleganza e chiarezza
2 ciascuna delle parti o sezioni in cui è divisa un'opera: l'Eneide è composta di dodici libri; i sei libri del codice civile
3 (est., al pl.) studio: lasciare i libri; essere immerso nei libri
4 (fig.) oggetto o mezzo di ricordo, osservazione e sim.: il libro della memoria | (fig.) essere un libro aperto, detto di chi lascia intendere il proprio pensiero, le proprie intenzioni
5 registro su cui sono annotati dati o fatti riguardanti l'attività esercitata da un'impresa commerciale, ente o ufficio: libro giornale; libro degli inventari; libri sociali | libro paga, V. paga nel sign. D | libri di commercio, libri contabili, scritture contabili | libro dei privilegi, registro in cui sono raccolti i documenti di concessioni e di esenzioni accordate a un ente o persona dalle autorità civili o ecclesiastiche | libro d'oro, anticamente, registro sul quale erano scritti, in oro, i nomi delle famiglie nobili; (fig.) quello su cui sono degni di essere registrati fatti o personaggi di grande e positivo rilievo: il libro d'oro dei campioni olimpici; il libro d'oro del Giro d'Italia | libri genealogici, per l'iscrizione di animali di razze pregiate, di cui si rilevano i caratteri, l'ascendenza, la discendenza e sim. | libro nero, durante la Rivoluzione francese, lista dei condannati alla ghigliottina; (est.) lista di persone sospette, colpevoli o sgradite: segnare qlcu. sul libro nero; hanno messo il suo nome sul libro nero
6 (bot.) tessuto vegetale dei fusti e delle radici, costituito da fibre di sostegno e vasi cribrosi che portano la linfa elaborata
|| (spreg.) libèrcolo, dim. (V.) | libràccio, pegg. | (lett., spreg.) libràttolo, dim. | librétto, dim. (V.) | libriccìno, libricìno, dim. | (lett.) libricciuòlo, libricciòlo, dim. | librìno, dim. | libróne, accr. | librùccio, dim.
 SFUMATURE
libro - volume - tomo
Libro è innanzitutto un insieme di fogli che contengono un testo stampato o manoscritto, rilegati e provvisti di copertina; per estensione il termine identifica il testo, l'opera che è contenuta in un libro e, in alcune opere specialmente antiche, ciascuna delle partizioni in cui l'opera è divisa. Se libro indica sia l'oggetto fisico sia l'opera intellettuale, con volume e tomo ci si riferisce soprattutto all'oggetto fisico, materiale: un volume è un libro a sé stante, anche se costituisce parte di un'opera; il tomo è invece la sezione, la parte di un'opera a stampa o di un volume, che ha senso solo in relazione alle altre parti o sezioni.
 NOMENCLATURA
libro tipi di libro: volume, tomo, opuscolo, fascicolo, dispensa, manuale, trattato, testo, abaco, almagesto, annuario, prontuario, annali, antologia = florilegio, atlante, bestiario, breviario, calendario, catalogo, catechismo, diario, memoriale, dizionario (monolingue, bilingue, ragionato, inverso, analogico, dei sinonimi e contrari, nomenclatore, enciclopedico), vocabolario, effemeride, erbario, farmacopea, formulario, instant book, remainder, lunario, messale, miscellanea, monografia, saggio, opera omnia, salterio, sillabario, abbecedario, sussidiario, thesaurus, vademecum; caratteristiche: intonso ↔ tagliato, nuovo ↔ usato = d'occasione; buono ↔ cattivo = libercolo, utile ↔ dannoso, di scarto; testo, codice, incunabolo, palinsesto, almanacco, manoscritto; best-seller; anonimo, autografo; scientifico, letterario, didattico, di testo, di lettura, di critica; istoriato, miniato, illustrato; fuori commercio, proibito, all'indice, ristampato; brossurato, cartonato, rilegato; tascabile; prima edizione, seconda edizione, nuova edizione, ristampa; inedito, postumo; parti del libro: custodia, fodera, sopraccoperta, risvolto, seconda di copertina, pagina (di rispetto, di apertura), copertina, canalino, morso, fascetta, risguardo, occhiello, frontespizio, bollatura, capitello, dorso = costola, taglio (colla, copertura), piatto (anteriore, posteriore), corpo, pagine; titolo, dedica, epigrafe, introduzione, prefazione, capitolo, paragrafo, colonna, capoverso, verso, testata, commento, apparato critico, esercizi, avvertenza, sommario, nota (a margine, a piè di pagina, a fine capitolo), richiamo, appendice, riepilogo, indice (alfabetico, analitico, degli autori, dei nomi, degli argomenti), errata corrige; tavola, illustrazione; ISBN; addenda, addenda e corrigenda, colophon = sotto, carticino, quartino; edizione: nuova, ultima, esaurita, riveduta e corretta, ampliata, clandestina, critica, annotata = commentata, illustrata, scolastica, tascabile; purgata ↔ integrale, lussuosa ↔ economica = popolare; imprimatur; biblioteca: catalogo, scheda, schedario, scaffale, sala di consultazione, sala di lettura, sala di distribuzione; prestito, malleveria; bibliologia, bibliofilia; persone: autore, curatore, commentatore, glossatore, illustratore, miniaturista, editore, redattore, grafico, tipografo; bibliotecario, conservatore, distributore; lettore, critico; libraio; bibliofilo, bibliomane; bouquiniste; azioni: scrivere, chiosare, esaminare, dedicare, intitolare, leggere, sfogliare, plagiare; sequestrare, catalogare, schedare, consultare.

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.