La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

uscita

30 giugno 2015
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: uscita

SILLABAZIONE: u–scì–ta
uscìta / uʃˈʃita/ o escìta
[f. sost. del part. pass. di uscire av. 1292]
s. f.
1 atto, circostanza dell'uscire: uscita rapida, veloce; l'uscita degli operai dalla fabbrica, dei ragazzi da scuola; l'ora dell'uscita; controllare l'uscita di un liquido, di un gas dalle condutture | all'uscita, quando si esce, nell'atto o nel momento di uscire: incontrarsi, salutarsi all'uscita | uscita di allenamento, quella effettuata su strada, dai corridori ciclisti | libera uscita, periodo di libertà regolarmente concesso a militari, collegiali e sim. | via d'uscita, che consente di uscire da un luogo; (fig.) via di scampo, di salvezza, possibilità di soluzione e sim.: non ci resta alcuna via d'uscita; la situazione è ormai senza vie d'uscita | (est.) distribuzione, presentazione, pubblicazione: l'uscita di un nuovo prodotto, di una rivista, di un film, di un disco CONTR. entrata
2 (milit.) sortita: l'uscita notturna degli assediati
3 in teatro, entrata in scena: gli spettatori applaudirono il tenore alla sua prima uscita
4 (sport) nel gioco del calcio, l'azione del portiere che lascia la linea di porta per intercettare il pallone: parata in uscita; uscita in tuffo | uscita a valanga, V. valanga | nella scherma, azione di offesa in contrapposizione a quella dell'avversario: uscita in tempo | nella ginnastica, conclusione di un esercizio agli attrezzi, portandosi nella posizione finale di attenti
5 passaggio da cui si esce o si può uscire: l'uscita di un sotterraneo, di un cunicolo, di una miniera; pareva che la grotta non avesse altra uscita; chiudere, sbarrare, impedire tutte le uscite; controllare i biglietti all'uscita | vicolo senza uscita, senza sbocco, vicolo cieco | l'uscita di una stazione, di un cinema, di un teatro, parte del fabbricato dalla quale i viaggiatori o gli spettatori escono | uscita di sicurezza, in cinematografi, teatri, stadi e sim., passaggio che viene aperto solo in caso di pericolo per consentire un rapido deflusso del pubblico | (est.) nel linguaggio alpinistico, parte conclusiva di una via o di un suo tratto particolare: l'uscita di un camino
6 (fig.) possibilità, soluzione, via di salvezza e sim.: m'hanno chiuso tutte le uscite; questa è l'unica uscita ragionevole
7 (inform.) unità, organi d'uscita, dispositivi destinati all'emissione dei risultati di un'elaborazione elettronica
8 (ling.) desinenza, terminazione (+ in): l'uscita del genitivo, dell'accusativo; uscita in vocale, in consonante
9 spesa, passivo, somma erogata: segnare all'uscita; le uscite superano le entrate | buona uscita, V. buonuscita
10 (fig.) parola o frase scherzosa, spiritosa, faceta, mordace, bizzarra e sim.: la sua uscita destò grande ilarità fra i presenti; spesso fa delle uscite assolutamente imprevedibili SIN. battuta
11 (elettr., elettron.) la coppia di morsetti o terminali di un apparecchio o dispositivo, per es. di un amplificatore o di un filtro, da cui viene prelevata la tensione o la corrente che è stata amplificata o filtrata | potenza d'uscita, quella erogata ai morsetti di un apparecchio o dispositivo: amplificatore con una potenza d'uscita di 10 W | grandezza d'uscita, la grandezza, quale una tensione o una corrente, che è presente ai morsetti d'uscita di un apparecchio o di un dispositivo e che gener. è diversa dalla grandezza d'entrata
12 fine, termine
13 effetto, risultato
|| uscitàccia, pegg.

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.