La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

prevedere

2 ottobre 2015
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: prevedere

SILLABAZIONE: pre–ve–dé–re
prevedére / preveˈdere/
[vc. dotta, lat. praevidēre, comp. di prae- ‘pre-’ e vidēre ‘vedere’ av. 1292]
v. tr. (fut. io prevederò o raro prevedrò; condiz. pres. io prevederèi o raro prevedrèi; part. pass. prevìsto, lett. prevedùto; nelle altre forme coniug. come vedere)
1 conoscere in anticipo, predire: prevedere il futuro | supporre, congetturare, immaginare: bisogna prevedere tutte le possibili soluzioni; prevedere i futuri sviluppi di una situazione; mah, prevedo il peggio
2 ritenere possibile, probabile, quasi certo un evento prima che si verifichi (+ che, + di seguito da inf.): per domani si prevede tempo bello su tutta la penisola; prevedo che, come al solito, arriverà in ritardo; prevedo di terminare il lavoro in giornata | era da prevedere!, era facile immaginarlo, era inevitabile SIN. intuire, presagire
3 (burocr.) considerare, contemplare: lo statuto della società non prevede aumenti di capitale; anche questa clausola è prevista nel trattato; il caso non è previsto dalla legge

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.