La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

solere

6 novembre 2015
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: solere

SILLABAZIONE: so–lé–re
solére / soˈlere/
[lat. solēre, di orig. indeur. (V. solito) av. 1250]
A v. intr. (pres. io sòglio, tu suòli, egli suòle, noi sogliàmo, voi soléte, essi sògliono; imperf. io solévo; pass. rem. io soléi, tu solésti, raro; congtv. pres. io sòglia, noi sogliàmo, voi sogliàte, essi sògliano; part. pass. sòlito; difett. del fut., del condiz. pres., dell'imperat., del part. pres. e dei tempi composti; per queste forme si usa la loc. èssere sòlito; è sempre seguito da un v. all'inf.)
avere l'uso, la consuetudine, il costume, essere avvezzo: suole fare una passeggiata ogni sera; i saggi sogliono parlar poco
B v. intr. impers. (aus. essere)
essere solito, consueto: come si suol dire; come suole accadere; qui suole piovere d'estate

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.