La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

brevità

9 novembre 2015
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: brevità

Le definizioni d'autore dello Zingarelli

   
SILLABAZIONE: bre–vi–tà
brevità / breviˈta*/ o brevitàde, brevitàte
[vc. dotta, lat. brevitāte(m), da brĕvis ‘breve’ 1266]
s. f. inv.
1 caratteristica di ciò che è breve: la brevità della bella stagione, della vita, della felicità; data la brevità del cammino andremo a piedi | brevità di sillaba, durata di una sillaba che si pronuncia in un tempo solo | (est.) concisione: brevità del discorso, dell'esporre
2 diritto spettante alla banca per il servizio di incasso di cambiali a brevissima scadenza
 DEFINIZIONI D'AUTORE
Sintesi è una parola greca (σύνϑεσιϛ) che significa “composizione” (l'azione di mettere insieme). È, quindi, un destino etimologico: la composizione ha il dovere d'essere sintetica, quand'è possibile. Nessuno aveva intuito, alla fine del XX secolo, quanto i messaggi di testo (sms) avrebbero cambiato la nostra vita. Insieme alle mail, a WhatsApp e ai social network – Facebook e Twitter in testa – hanno riportato la scrittura al centro della comunicazione del XXI secolo. E nella scrittura la brevità rende, perché è costretta ad arrivare all'essenziale. Uno sforzo che risparmiamo al destinatario. La sintesi è una spremuta di pensiero, fa bene alla salute mentale. Aiuta a capire e a far capire. È un lavoro che facciamo per qualcun altro: ce ne sarà riconoscente. Nella scrittura – in tutte le forme di comunicazione – le parole superflue non sono inutili, infatti. Sono dannose.
Beppe Severgnini

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.