La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

reato

22 giugno 2016
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: reato

SILLABAZIONE: re–à–toSINONIMI
reàto / reˈato/
[vc. dotta, lat. tardo reātu(m), da rĕus ‘reo’ av. 1311]
s. m.
1 (dir.) infrazione di una norma penale SIN. illecito penale | reato aberrante, quando per errore si cagiona offesa a persona diversa da quella voluta o un evento diverso da quello voluto | reato complesso, i cui elementi costitutivi o le cui circostanze aggravanti sono fatti che costituirebbero, per sé stessi, reato | reato proprio, quando la legge esige per la sua esistenza una determinata qualifica soggettiva dell'agente | reato impossibile, quando per l'inidoneità dell'azione o l'inesistenza dell'oggetto di essa è impossibile l'evento dannoso o pericoloso costituente il reato | reato di pericolo, per il quale è sufficiente che il bene giuridico tutelato venga posto in pericolo, anche se non leso | reato consumato, del quale sono presenti tutti gli elementi costitutivi richiesti dalla legge | reato tentato, compimento di atti idonei e diretti in modo non equivoco a commettere un reato; tentativo di reato | corpo del reato, oggetto che ha permesso l'esecuzione del reato o anche il bottino derivatone
2 (iron.) mancanza più o meno grave: oggi non ho studiato, ma spero non sia un reato

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.