La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

timido / timidezza

23 giugno 2016
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: timido / timidezza

SILLABAZIONE: tì–mi–doSINONIMI
tìmido / ˈtimido/
[vc. dotta, lat. tĭmididu(m), da timēre ‘temere’, di etim. incerta av. 1292]
A agg.
1 (raro o lett.) che si spaventa o si scoraggia facilmente: un timido coniglio; Nastagio … tutto timido divenuto e quasi non avendo pelo addosso che arricciato non fosse (G. Boccaccio)
2 che manca di disinvoltura, mostra soggezione, si dimostra impacciato, detto di persona: con i superiori diventa timido | farsi timido, arrossire, balbettare, mostrarsi nell'aspetto come una persona timida | (est.) eccessivamente cauto, esitante, incerto CONTR. audace
3 che rivela timidezza, detto di gesto, atteggiamento, comportamento: una domanda timida ed esitante | (est.) vago, indeciso: un timido accenno di sole | incerto: timidi segnali di ripresa economica | (est.) compiuto con eccessiva cautela: ha fatto solo un timido tentativo
|| (lett.) timidétto, dim. | timidìno, dim. | timidóne, accr. | timidùccio, dim.
|| timidaménte, avv. in modo timido, con timidezza: tacere timidamente; chiese timidamente il nostro parere
B s. m. (f. -a)
persona timida: i timidi arrossiscono facilmente
 SFUMATURE
timido - insicuro - impacciato
Chi manca di disinvoltura, si imbarazza facilmente e si trova spesso a disagio in situazioni di socialità si definisce timido. Spesso chi è timido è anche insicuro, manca cioè di sufficiente fiducia in sé stesso e si trova in soggezione di fronte a persone che considera autorevoli, o comunque migliori di sé. Impacciato sottolinea invece la goffaggine e l'imbarazzo che nascono dalla timidezza e inducono un fare esitante e confuso.
SFUMATURE riservato


SILLABAZIONE: ti–mi–déz–zaSINONIMI
timidézza / timiˈdettsa/
[av. 1328]
s. f.
caratteristica, condizione di chi (o di ciò che) è timido: cerca di vincere la tua timidezza; la timidezza naturale del carattere perdurava (E. Morante) | comportamento timido: non abbandonarti a timidezze | (est.) eccessiva cautela, esitazione

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.