La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

naufragare / naufragio

30 giugno 2016
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: naufragare / naufragio

SILLABAZIONE: nau–fra–gà–reSINONIMI
naufragàre / naufraˈɡare/
[vc. dotta, lat. tardo naufragāre, da naufrăgium ‘naufragio’ av. 1332]
v. intr. (io nàufrago, tu nàufraghi; aus. essere o, spec. riferito a persone, avere)
1 subire un naufragio, detto di imbarcazione: il veliero è naufragato doppiando il capo di Leuca | essere coinvolto in un naufragio, detto di persona o cosa: hanno naufragato al largo della Sardegna SIN. affondare
2 (fig.) fallire, avere cattivo esito o non trovare buona accoglienza: il suo disegno naufragò miseramente; tutte le nostre proposte sono naufragate
3 (lett.) smarrirsi, perdersi: e il naufragar m'è dolce in questo mare (G. Leopardi)


SILLABAZIONE: nau–frà–gioSINONIMI
naufràgio / nauˈfradʒo/
[vc. dotta, lat. naufrăgiu(m), comp. di năvis ‘nave’ e -frăgium, da frăngere ‘spezzare’. V. frangere 1264]
s. m.
1 perdita parziale o totale di un'imbarcazione causata da un incidente marittimo: naufragio per tempesta, per urto contro un iceberg | fare naufragio, naufragare SIN. affondamento
2 (fig.) rovina, fallimento: il naufragio di tutte le sue speranze; eppure qualcosa… ci sorregge e ci allontana dal naufragio (P. Levi) | fare naufragio, (fig.) andare in rovina

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.