La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

disciplina

7 agosto 2016
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: disciplina

SILLABAZIONE: di–sci–plì–naSINONIMI
disciplìna / diʃʃiˈplina/ o (raro, roman.) disciprìna
[vc. dotta, lat. disciplīna(m), originariamente ‘insegnamento, educazione’, da dĭscere ‘imparare’ 1268]
s. f.
1 (lett.) insegnamento, ammaestramento (anche fig.): la disciplina del sacrificio
2 materia di studio e d'insegnamento: discipline giuridiche, filosofiche, artistiche | (est.) ramo del sapere; settore, branca di una scienza: essere dotto in varie discipline | settore di attività sportive: le discipline della corsa, della marcia e dei salti | discipline nordiche, le gare di sci nordico (V. sci nel sign. 2) | perizia, maestria
3 complesso di norme che regolano rigorosamente il comportamento di un individuo, di un gruppo di individui o di un ente: disciplina di partito, scolastica, morale; mantenere la disciplina; disciplina militare | (est.) obbedienza a tali norme: imporsi la disciplina | tenere la disciplina, farla osservare | (dir.) complesso di precetti giuridici riguardanti un determinato settore dell'ordinamento giuridico: disciplina civilistica; disciplina del collocamento | (relig.) regolamento che riguarda il governo e i riti della Chiesa o di un ordine religioso
4 mazzo di funicelle con nodi, usato un tempo, in alcuni ordini religiosi, per la flagellazione penitenziale | (lett.) correzione, pena, castigo
5 pianta erbacea delle Poligonacee con fiori rossi raccolti in fitte spighe (Polygonum orientale)

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.