La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

minacciare

19 novembre 2016
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: minacciare

   
Le parole ariostesche per il quinto centenario della pubblicazione dell’Orlando Furioso.

 
SILLABAZIONE: mi–nac–cià–reSINONIMI
minacciàre / minatˈtʃare/
[da minaccia 1261 ca.]
v. tr. (pres. io minàccio; fut. io minaccerò)
1 spaventare o intimidire qlcu. con minacce (+ di, + con): tace perché l'hanno minacciato di morte; è stato minacciato con un coltello | promettere qlco. che incute timore (+ che seguito da fut.): minacciare castighi severissimi; minaccia che la testa ad Orrigille e a lui rimarrà mozza (L. Ariosto)
2 mettere in pericolo: una controversia che minaccia i nostri rapporti; la tempesta minaccia tutte le regioni costiere
3 preannunciare il verificarsi di una cosa temuta o non desiderata (anche impers.) (+ di seguito da inf.): l'infiammazione minaccia di propagarsi; il ciel minaccia / improvvisa tempesta (P. Metastasio); minaccia di piovere
4 (fig., lett.) sovrastare con la propria imponenza e grandezza: un tetro castello minaccia la vallata

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.