La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

cilindro

2 dicembre 2016
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: cilindro

SILLABAZIONE: ci–lìn–dro
cilìndro / tʃiˈlindro/
[lat. cylĭndru(m), dal gr. kýlindros, da kylíndō ‘io voltolo, rotolo’ av. 1292]
s. m.
1 (mat.) superficie generata dalla rotazione di un rettangolo attorno a uno dei suoi lati | solido limitato da tale superficie | (est.) superficie formata da rette, dette generatrici, passanti per i punti di una curva assegnata e parallele a una direzione prefissata | cilindro circolare retto, solido compreso fra un cilindro di rotazione e due piani perpendicolari alle generatrici | cilindro di rotazione, quello le cui generatrici sono equidistanti da una retta fissa
2 (est.) ogni oggetto di forma cilindrica | nelle macchine per scrivere, rullo gommato intorno al quale si avvolgono i fogli di carta | cilindro di pressione, nelle macchine da stampa, quello che comprime la carta contro la matrice per far avvenire il trasferimento dell'inchiostro | nella ginnastica, attrezzo cilindrico lungo circa un metro per esercizi di equilibrio, oramai in disuso
3 copricapo rigido da cerimonia a calotta alta, di forma cilindrica e con piccola tesa orlata | cilindro magico, quello del prestigiatore | estrarre dal cilindro, detto di un prestigiatore, fare comparire oggetti o animali; (fig.) escogitare una soluzione brillante e sorprendente SIN. staio, tuba
4 (mecc.) cavità e involucro di forma cilindrica in cui scorre lo stantuffo di un motore o di una pompa | cilindri opposti, contrapposti, situati ai due lati dell'albero a gomito e i cui assi giacciono su uno stesso piano | cilindri a V, i cui assi convergono sull'albero a gomito, formando una V
5 (med., spec. al pl.) ciascuna delle formazioni microscopiche cilindriche derivate da necrosi dei tubuli renali
|| cilindrétto, dim. | cilindróne, accr.

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.