La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

strada

9 gennaio 2017
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: strada

SILLABAZIONE: strà–daSINONIMI
stràda / ˈstrada/ o (lett.) istràda
[lat. tardo strāta(m), f. sost. per vĭa strāta ‘via lastricata’, da strātus, part. pass. di stĕrnere ‘stendere, lastricare’. V. sternere, strato 1211]
s. f. (la forma letteraria istrada è oggi usata solo se preceduta da per o in)
1 tratto di terreno, generalmente spianato o lastricato o asfaltato, che permette la comunicazione fra più luoghi: costruire, fare, aprire una strada; selciare, lastricare una strada; la manutenzione della strada; il ciglio, il fondo, la massicciata, il marciapiede della strada; all’angolo della strada; quella strada porta, conduce, va a Roma; quella strada mette, sbocca in piazza; strada ampia, larga, curva, stretta; strada piana, pianeggiante, erta, scoscesa; strada acciottolata, asfaltata, lastricata, selciata; strada solitaria, deserta, battuta, frequentata; strada principale, secondaria; strada statale, provinciale, comunale; strada consolare; strada carrozzabile, camionabile; strada mulattiera | anche come nome proprio di luogo: ora abito in Strada Maggiore n. 274 (G. Carducci) | arte di strada, V. arte | artista di strada, V. artista | strada maestra, strada regia, strada corrente, quella principale, che unisce due paesi o città | strada alzata, alzaia | strada di circonvallazione, il cui tracciato non attraversa il centro abitato ma gli gira attorno | strada panoramica, tracciata a scopo turistico in zona panoramica | strada di uso pubblico, bene parte del demanio statale, comunale o provinciale o appartenente a privati cittadini ma gravato da una servitù di uso pubblico | strada privata, appartenente a cittadini privati e da loro usata esclusivamente | strada vicinale, che serve a un numero ristretto di proprietari ai quali in parte compete la manutenzione della stessa | strada bianca, non asfaltata | strade militari, generalmente nelle zone di confine, in vista di particolari finalità strategico-logistiche | strada ferrata, ferrovia | dare sulla strada, guardare verso la strada, di finestre, porte e sim. che si aprono su di essa | attraversare la strada, percorrerla in senso trasversale | tagliare la strada a qlcu., attraversarla improvvisamente, costringendo a una brusca frenata chi sopraggiunge; nelle corse ippiche, deviare irregolarmente dalla propria linea di azione, ostacolando l’avversario; (fig.) ostacolare qlcu., mettergli il bastone tra le ruote | codice della strada, l’insieme organico delle norme che regolano la circolazione stradale | pirata della strada, V. pirata | tenuta di strada, V. tenuta | circolazione, traffico su strada, che ha luogo fuori di città | corse su strada, nel ciclismo, quelle, singole o divise in tappe, che non si svolgono in pista | gare fuori strada, nell’automobilismo e nel motociclismo, quelle che si svolgono, almeno in parte, al di fuori delle strade normali, su terreno naturale | (milit.) strada coperta, striscia di terreno intorno al fosso di una fortezza, dalla parte della campagna, coperta da un parapetto che si congiunge allo spalto a protezione dei difensori | PROV. tutte le strade portano a Roma, uno stesso obiettivo si può raggiungere in molti modi
2 tragitto, cammino che conduce a un dato luogo, che consente di spostarsi da un luogo a un altro: conoscere, sapere, insegnare, mostrare, la strada a qlcu.; sbagliare la strada; smarrire la strada; cambiare strada; allungare la strada; facciamo la strada insieme?; essere sulla buona strada; scegliere la strada giusta; andare per la propria strada; la strada è lunga; essere a metà strada; non c’è molta strada; ci sono due chilometri di strada; c’è un’ora di strada | mettersi in strada, prendere la strada, mettersi la strada fra le gambe, (fig.) mettersi in cammino | divorare la strada, (fig.) andare molto veloce, detto di veicoli | strada facendo, durante il cammino, durante il viaggio: ci fermeremo a mangiare strada facendo | (colloq.) essere di strada, andare o trovarsi lungo un dato itinerario: se sei di strada, passa a trovarci | andare, finire fuori strada, uscire dai limiti della strada, detto di veicoli | fare strada, percorrerla: con questa benzina l’automobile fa molta strada; (fig.) fare progressi, affermarsi, raggiungere il successo nella carriera, nella vita sociale e sim.: è un ragazzo che farà strada; se continua così farà poca strada; ne ha fatta della strada, da allora!; è un uomo che ha fatto molta strada; si è fatto strada da solo | lasciare un lavoro a metà strada, fermarsi a metà strada, (fig.) non terminare un lavoro, non portare a compimento un’iniziativa e sim. | uomo della strada, (fig.) uomo qualunque, uomo medio | rompere le strade, derubare, assalire i passanti
3 (fig.) condotta, modo di procedere, di comportarsi, di agire: mettersi per una strada; tenere una strada; essere sulla buona strada; essere su una cattiva strada; cambiare strada; percorrere, seguire la strada dell’onore, della virtù, del vizio, della perdizione | andare per la propria strada, mirare al proprio scopo, senza interessarsi di ciò che fanno o dicono gli altri | andare fuori strada, cadere in errore | essere fuori strada, essere in errore, non aver capito, fare ipotesi sbagliate | mettere fuori strada, far cadere in errore | scegliere, cercare, trovare la propria strada, la strada giusta, l’attività, la professione e sim. più congeniale alle proprie caratteristiche e aspirazioni
4 (fig.) condizione di miseria, di mancanza di mezzi, nelle loc. mettere qlcu. sulla strada; mettere qlcu. in mezzo a una strada; lasciare sulla strada; trovarsi sulla strada | condizione di vita misera, poco seria o poco onesta nelle loc. crescere per la strada; raccattare qlcu. di strada; raccogliere, prendere qlcu. dalla strada
5 (spreg.) nelle loc. di strada, da strada, indica volgarità, trivialità: linguaggio da strada | ragazzo di strada, che trascorre molto tempo abbandonato a sé stesso; piccolo teppista | donna, donnaccia di strada, prostituta | ladro di strada, brigante
6 (est.) passaggio, varco (anche fig.): farsi strada nei boschi; farsi strada tra la folla; aprirsi la strada fra i boschi; questa scoperta apre la strada a nuove applicazioni tecniche | farsi strada, (fig.) rivelarsi, mostrarsi, detto di cose: la verità si è finalmente fatta strada | fare strada a qlcu., precederlo, guidarlo, mostrargli il cammino e sim. | fare, aprire la strada a qlcu., (fig.) agevolarlo in una attività, una professione e sim. | trovare la strada fatta, (fig.) affermarsi in una attività, una professione e sim. grazie a ogni genere di agevolazioni
7 (fig.) mezzo, modo, per riuscire in un intento: la strada per riuscire è quella; non c’è altra strada; bisogna tentare ogni strada, tutte le strade
8 (est.) apertura, solco: fare la strada alla sega, a una vite
9 (est.) orbita: la strada dei pianeti
|| stradàccia, pegg. | stradèlla, (lett.) stradellìna, dim. | stradèllo, (lett.) stradellìno (1), dim. m. | stradétta, stradettìna, dim. | stradicciòla, (lett.) stradicciuòla, dim. | stradìna, dim. | stradóne, accr. m. (V.) | stradùccia, stradùzza, dim. | (lett., spreg.) stradùcola, dim.
 NOMENCLATURA
strada caratteristiche: acciottolata, lastricata = selciata, ammattonata, di terra battuta, a massicciata = a macadam, sterrata, asfaltata; statale, regionale, provinciale, comunale, vicinale; carovaniera, montana; panoramica, dissestata, interrotta, deformata, praticabile ↔ impraticabile, tortuosa, a culla, a schiena d’asino; polverosa, bagnata, ghiacciata; di circonvallazione, d’accesso, di sbocco; selciata ↔ disselciata, pubblica ↔ privata, spaziosa = larga ↔ stretta, comoda ↔ scomoda, sicura ↔ pericolosa, frequentata = affollata ↔ deserta = vuota = sgombra, piana ↔ erta = ripida = scoscesa, convergente ↔ divergente, pedonalizzata; urbana ↔ extraurbana; tipi di strada: via, traversa, viale, controviale, arteria, rete stradale, viabilità, vie di comunicazione; sentiero, scorciatoia, pista, mulattiera, tratturo, trazzera, viottolo, callaia, calle, carruggio; rotabile, carrareccia; stradone, camionabile, carrozzabile, superstrada, autostrada (V.), itinerario europeo, tracciato, bretella, passo carraio, meandro, rampa, viadotto, sopravia, sopraelevata, sovrappasso, sottovia, sottopasso, cavalcavia, scorciatoia, raccordo (anulare, a cappio, a quadrifoglio), tratto, tronco, variante, anello stradale, tangenziale, asse attrezzato, circonvallazione, svincolo, curva, tornante, gomito, salita, discesa, bivio, trivio, quadrivio, incrocio, crocicchio = crocevia, attraversamento, pendenza, saliscendi, biforcazione, diramazione, confluenza, deviazione, strettoia, cunetta, dosso, fosso; viaggio, percorso, direzione, mano ↔ contromano, senso di marcia, meta, transito, rettilineo, isola rotazionale, pista ciclabile, area pedonale = isola pedonale, passaggio pedonale; lungomare, lungolago; pista, autodromo, circuito; parti della strada: pavimentazione, fondo stradale (bagnato, scivoloso), massicciata, terrapieno, greppo = scarpata, cunetta, manto, carreggiata, piano stradale, corsia (di marcia, di sorpasso, di sosta = di emergenza), mezzeria = asse stradale, banchina (transitabile, non transitabile, di servizio, spartitraffico), guardrail, marciapiede, salvagente, serpentone, paracarro; coppa giratoria, piazzola, ciglio, ciglione, margine, parapetto; segnaletica (orizzontale ↔ verticale); asfalto, compressore stradale, acciottolato, pavé; persone: cantoniere = stradino; catramista; segnaletica stradale: cartello (triangolare, quadrangolare, circolare; di pericolo, di indicazione, di prescrizione); segnaletica orizzontale: strisce bianche (continue, discontinue, affiancate, alternate), strisce gialle, strisce azzurre; chiodi, gemme, rifrangenti, frecce direzionali, mezzeria, linea di arresto, passaggio pedonale, strisce pedonali = zebratura, attraversamento ciclabile, fermata di autobus, area preclusa al parcheggio, delimitazione zona di parcheggio, divieto di sosta, canalizzazione, stop; segnali luminosi di circolazione: semaforo (pensile, a colonnina, per veicoli, tranviario, pedonale; luce gialla, verde, rossa), frecce direzionali.

Vuoi riceverla via email? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.