La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

abate / abatino

17 gennaio 2017
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: abate / abatino

SILLABAZIONE: a–bà–te
abàte / aˈbate/ o (lett.) abbàte
[lat. tardo abbāte(m) dall'aramaico āb ‘padre’, attrav. il gr. eccl. abbâ 1128]
s. m.
1 superiore di un monastero o di un'abbazia CFR. badessa | chi è investito di un beneficio con titolo abbaziale | superiore di un ordine monastico: l'abate generale dei Benedettini
2 nel XVIII sec., chi godeva di un beneficio ecclesiastico ed era autorizzato a portare l'abito da prete, dopo aver ricevuto i soli ordini minori
|| abatìno, dim. (V.) | abatóne, accr. | abatónzolo, pegg. | (spreg.) abatùcolo, dim.


SILLABAZIONE: a–ba–tì–no
abatìno / abaˈtino/
[av. 1563]
s. m.
1 dim. di abate
2 (iron.) giovane prete mondano e galante
3 (fig., scherz.) persona debole e inconcludente

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.