La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

raccontare

20 maggio 2017
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: raccontare

SILLABAZIONE: rac–con–tà–reSINONIMI
raccontàre / rakkonˈtare/ o racontàre
[comp. di ra- e contare 1261 ca.]
A v. tr. (pres. io raccónto; part. pass. raccontàto, raccónto)
1 riferire parole o avvenimenti, spec. a voce (+ di seguito da inf., + che): mi hanno raccontato ciò che si dice di te; odendo racontar caso infelice (M.M. Boiardo); mi ha raccontato di avere lavorato in Australia; mi ha raccontato che rimase spaventato | raccontano che…, si dice, si va dicendo che… | raccontare per filo e per segno, minutamente | uno che la sa raccontare, che ha faccia tosta e spaccia menzogne | raccontarne delle belle, di cotte e di crude, di tutti i colori, (fig.) riferire cose incredibili, strane, inconsuete | vai a raccontarla altrove!, non credo a ciò che riferisci | a me la vieni a raccontare?, a me che non c'entro; a me che non ci credo o lo so già SIN. dire, narrare
2 narrare, avere come argomento: il romanzo racconta la storia di un naufrago; il film racconta una vicenda reale dell'ultima guerra
3 menzionare, annoverare
B v. intr. (aus. avere)
parlare: raccontami del tuo ultimo viaggio | trattare: il film racconta dell'ascesa e della caduta del tiranno
C raccontàrsi v. rifl.
parlare di sé stesso, delle proprie esperienze: l'autore si racconta con discrezione
SFUMATURE narrare
 DEFINIZIONI D'AUTORE
Assomiglia a “rammendare”: ricuce gli eventi, riparandoli, orlandoli in un'unica trama. Ma, a dispetto di quest'immagine rassicurante di donne intente a sferruzzare, è un verbo pericoloso che ama frugare dov'è vietato, e predilige l'odore intenso dei nascondigli, il calore nei pied-à-terre degli amanti. La sua vera natura è l'erotismo. Esige un orecchio insaziabile e una voce abile nell'aizzare il desiderio: cosa accadrà, come andrà a finire? Altrimenti l'illusione non regge, e torna l'accumulo noioso dei giorni. Nessuno può resistere alla tentazione di fare della vita un romanzo. Bisogna vendersi l'anima, però, e mentire. Ma più sarai bugiardo, capace di trasfigurare il banale nello straordinario, più la storia che racconti potrà giocarsi un pezzetto di eternità.
Silvia Avallone

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.