La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

cimitero

2 novembre 2017
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: cimitero

SILLABAZIONE: ci–mi–tè–ro
cimitèro / tʃimiˈtɛro/ o (poet.) cimitèrio, cemetèrio
[lat. tardo cimitēriu(m), dal gr. koimētḗrion ‘luogo dove si va a dormire’, da koimáō ‘io faccio addormentare’ 1264]
s. m.
1 area di terreno facente parte del demanio comunale, destinata a contenere i campi per la inumazione dei morti, i cinerari e gli ossari: cimitero monumentale, della città; cimitero di guerra, degli inglesi; il vecchio cimitero / degli ebrei, così caro al mio pensiero (U. Saba) | cimitero degli elefanti, secondo la tradizione, il luogo in cui gli elefanti vanno a morire | cimitero di automobili, area adibita a deposito di autoveicoli destinati alla demolizione SIN. camposanto
2 grotta o catacomba dei primi cristiani
3 (fig.) luogo eccessivamente silenzioso, deserto o disabitato: questa città è un cimitero!
|| cimiterìno, dim.

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.