La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

viso

12 marzo 2018
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: viso

SILLABAZIONE: vì–so
vìṣo (1) / ˈvizo/
part. pass. di vedere; anche agg.
nei sign. del v. | visto


SILLABAZIONE: vì–so SINONIMI
vìṣo (2) / ˈvizo/
[lat. vīsu(m) ‘vista, sguardo’, poi ‘aspetto’, da vidēre ‘vedere’ av. 1250]
s. m.
1 parte anteriore della testa umana, in cui hanno sede gli organi della vista, dell'olfatto e della parola: viso bello, delicato, magro, ossuto, paffuto; viso sporco, imbellettato, roseo, pallido, cereo; pulirsi, lavarsi, asciugarsi il viso; coprirsi il viso con le mani; essere, diventare rosso in viso per la vergogna; avere il viso bagnato di lacrime SIN. faccia, volto | viso pallido, ogni persona di pelle bianca, secondo una espressione usata dagli indiani d'America; (fig., scherz.) chi, per scarsa esposizione al sole, è privo di abbronzatura | il viso gli si è allungato, (lett.) di persona che è dimagrita parecchio in breve tempo | guardarsi in viso, fissarsi l'un l'altro | (lett.) viso a viso, a viso a viso, a faccia a faccia | mostrare il viso, (fig., lett.) non farsi intimidire, mostrarsi coraggioso | non aver mai visto qlcu. in viso, non conoscerlo | (fig.) dire, spiattellare qlco. sul viso a qlcu., dirgliela senza alcun riguardo, delicatezza e sim. | a viso coperto, con il volto coperto, mascherato | a viso aperto, con franchezza e coraggio | gettare qlco. sul viso a qlcu., (fig.) rinfacciargli qlco. | mutar viso, cambiare di umore, turbarsi
2 (est.) espressione del volto: viso allegro, sorridente, serio, corrucciato, imbronciato; gli si legge in viso la gioia, il dolore, la commozione, la disperazione | viso lungo, (fig.) espressione imbronciata o corrucciata: A lei … rincresceva di vederlo così col viso lungo (G. Verga) | (lett.) con viso fermo, senza mutar viso, con espressione impassibile, senza scomporsi e sim. | viso dell'arme, (raro) dell'armi, (lett.) espressione minacciosa, feroce e sim., come quella di chi si lancia contro l'avversario con le armi in pugno | (fig.) fare il viso duro, mostrare la massima severità, intransigenza e sim. | fare, mostrare buon viso a qlcu., accoglierlo con manifestazioni di contentezza | (fig.) fare buon viso a cattivo gioco, adattarsi con serenità a situazioni, condizioni o realtà sgradite, spiacevoli | mal viso, che esprime scontento, fastidio e sim.
3 (est.) fisionomia particolare, aspetto inconfondibile di una persona: quel viso non mi è nuovo; è un viso noto a tutte le polizie d'Europa
4 occhio, sguardo, vista: Tu hai l'udir mortal sì come il viso (Dante Par. XXI, 61)
5 (fig.) attenzione
|| viṣàccio, pegg. (V.) | viṣétto, dim. (V.) | viṣìno, dim. | (vezz.) viṣùccio, dim.


SILLABAZIONE: vì–so
vìṣo (3) / ˈvizo/
[dal lat. vīsu(m), part. pass. del v. vidēre ‘vedere’ av. 1294]
s. m.
parere, avviso, opinione | aver viso, ritenere: io ho viso di trovare quella povera fanciulla fracassata (N. Machiavelli)

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.