La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

infimo

6 aprile 2018
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: infimo

SILLABAZIONE: ìn–fi–mo SINONIMI
ìnfimo / ˈinfimo/
[vc. dotta, lat. īnfimu(m), superl. di īnferus ‘infero’ av. 1306]
A agg.L'aggettivo ‘infimo’ deriva da un superlativo latino, ma nella lingua italiana è talora percepito come aggettivo di grado positivo; perciò la forma ‘più infimo’ è spesso usata: il gradino più infimo della scala sociale; nel più infimo cittadino di Roma (V. Alfieri)
1 (lett.) che sta più in basso di ogni altra cosa circostante: luogo infimo; valle infima
2 che manca di qualsiasi pregio dal punto di vista materiale, qualitativo e sim.: uomo d'infima condizione; tessuto d'infima qualità SIN. pessimo CONTR. sommo, supremo
|| infimaménte, avv. (raro) in infimo luogo
B s. m.
(lett., spec. al pl.) persona del più basso grado

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.