The Word of the Day

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

to duck

9 novembre 2015
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: to duck


to duck /dʌk/
A v. t.1 immergere, mettere (sott'acqua): He ducked her head playfully under the water, le ha messo la testa sott'acqua per gioco2 chinare; piegare: to duck one's head, chinare la testa3 (fam.) schivare, evitare: to duck a question [the issue], schivare una domanda [la questione]; to duck a responsibility [a decision], sottrarsi a una responsabilità [a una decisione]; to duck a blow, schivare un colpo
B v. i.1 immergersi; tuffarsi2 chinarsi; abbassarsi; inchinarsi (per salutare): You have to duck to get in the door, devi abbassarti per passare attraverso la porta3 fare civetta (per scansare un colpo); (boxe) schivare con la testa4 (fam.) precipitarsi, andare velocemente (per non farsi vedere): They ducked into a shop until she had gone past, si sono precipitati in un negozio fino a che non si è allontanata; He ducked down behind the hedge, si è nascosto accovacciandosi dietro alla siepe
to duck and dive, destreggiarsi (per evitare una situazione) □ to duck out, uscire un attimo (o di soppiatto); (mil. e sport) defilarsi: He ducked out for a breath of fresh air, è uscito un attimo a prendere una boccata d'aria fresca □ to duck out of, sottrarsi a (un impegno); schivare (un lavoro): He is very good at ducking out of his responsibilities, è bravissimo a sottrarsi alle sue responsabilità; Don't try and duck out of coming, you promised!, non cercare di scantonare: hai promesso che saresti venuto!

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.