WordWatch

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

webinar

17/11/2014
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Webinar: sostantivo numerabile

 

Live webinars last for 1 hour including an opportunity to ask questions and get answers from your webinar host throughout the presentation.

 

Come possiamo constatare ogni giorno, la tecnologia evolve a un ritmo sempre più veloce, e il linguaggio cerca di starle dietro. In un mondo ormai connesso a livello globale, ai vecchi mezzi di comunicazione se ne affiancano di nuovi, più adeguati all’esigenza di maggiori velocità ed efficienza. E piuttosto che coniare di continuo nuove parole se ne impiegano di già esistenti a cui si dà un nuovo significato. Così, i messaggi mandati via computer, emails o e-mails (electronic+mail), arrivano nell’inbox (in inglese americano, la vaschetta della corrispondenza da evadere) e partono dall’outbox, magari prima sostando in un drafts folder (cartella delle bozze), grazie a un programma che talvolta si trova sul desktop virtuale (desktop = scrivania).

 

Lo sviluppo della tecnologia ADSL e a fibra ottica unitamente a quello di sempre più sofisticati software audio e video significa che oggi una conferenza, una lezione universitaria, una presentazione o un seminario non devono per forza essere confinati all’interno di un’aula o di una sala ma, sotto forma di webinar (seminario online), possono coinvolgere contemporaneamente persone che si trovano ai quattro angoli del mondo. Un webinar si può anche registrare e poi guardare successivamente, magari da casa o dall’ufficio e comunque da un qualunque luogo pubblico dotato di connessione internet.

 

Origini del termine

 

Webinar, fusione di Web (o Web-based) e seminar, è un esempio di parola macedonia. La parola seminar entra nella lingua inglese nel XIX attraverso il tedesco Seminar, che a sua volta deriva dal latino seminarium (semenzaio, vivaio). Oltre che ovviamente nel campo della formazione, oggi i webinar sono molto frequenti anche nel settore aziendale e del marketing.

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.