WordWatch

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Selfie stick

22/12/2014
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

selfie stick: sostantivo numerabile

 

Selfie sticks are set to fill many a Christmas stocking this year.

Want the perfect selfie? You need a selfie stick gadget for iPhones, Samsungs, Sony & all other smartphones. Capture the moment, not the pavement!

 

Se di recente vi siete trovati in una zona frequentata da turisti avrete senz’altro notato gruppi o coppie che si scattavano foto con lo smartphone sostenuto da un braccio telescopico. La prima volta che a me è successo è stato a Barcellona lo scorso autunno e mi ricordo di aver pensato: che caspita è quell’aggeggio? E subito dopo: che idea geniale! Se fossi una che si fa i selfie me ne procurerei senz’altro uno.

 

Del selfie ho già scritto in un post precedente. E il selfie stick, usato inizialmente da snowboarder e altri sportivi estremi per fermare con l’autoscatto un’esibizione acrobatica e poi diffusosi in Asia (la maggior parte dei turisti che ho visto in azione a Barcellona veniva da quelle parti), è il miglior alleato del selfie in quanto supplisce a una delle limitazioni dell’autoscatto con lo smartphone, cioè quella di richiedere una distanza ravvicinata dal soggetto, coprendo un campo visivo ristretto. Con un selfie stick mai più foto con dito sull’obiettivo o teste mozzate... Sotto questo punto di vista, il braccio telescopico ha la stessa funzione del timer su una fotocamera tradizionale. E dopotutto, la pratica di poggiare la macchina fotografica su una superficie piana, azionare il timer e correre a prender posto in mezzo al gruppo oggi appare, alle nuove generazioni, tanto antiquata e bizzarra quanto il fotografo coperto dal telo nero appariva a chi, come me, è cresciuto nell’era della Kodak Brownie.

 

Origini del termine

 

Dal punto di vista linguistico selfie stick è interessante perché dimostra con quale facilità l’inglese accoglie concetti (e oggetti) nuovi semplicemente piazzando un sostantivo prima di un altro e creando una nuova parola composta. Uno degli elementi della parola composta spiega di che oggetto si tratta (in questo caso ci dice che è lungo e sottile, di legno, plastica o metallo), l’altro a che cosa serve, così come accade per walking stick, lolly stick, ski stick e hockey stick.

 

Traduzione di Loredana Riu

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.