WordWatch

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Slacktivist/clicktivist

30/03/2015
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

slacktivist: sostantivo numerabile

slacktivism: sostantivo non numerabile

clicktivist: sostantivo numerabile

clicktivism: sostantivo non numerabile

You can say I've moved beyond slacktivism and more into activism, but without getting involved originally as a slacktivist, I never would've take the first step to becoming more of an activist.

The effectiveness of "clicktivism", which also includes people supporting charities by liking them on Facebook, has been criticised by politicians and charity ambassadors.

It's so easy to sit back and be a clicktivist and at the end of the day the charities will benefit but are we just becoming lazy?

Ebbene sì, lo confesso, sono una slacktivist. Sapete come funziona: mi arriva una mail o un link su Facebook, di solito da amici o da un’organizzazione promotrice di campagne e petizioni, in cui mi si chiede di ‘agire ora’ e sostenere una buona causa. Certe le ignoro, ma quelle che mi invitano ad appoggiare qualcosa che mi sta a cuore vanno a segno: firmo la petizione, oppure mando una mail ad un governo straniero (riguardo, che so, un prigioniero per motivi di opinione) e magari condivido il link sui social network. Poi riprendo a fare quello che stavo facendo, ma con l’impressione di aver contribuito, nel mio piccolo, a impedire che si commetta un’ingiustizia o a cambiare uno stato di cose.

Però è un po’ troppo comodo… Se davvero mi stessero a cuore quelle cause sarei un’attivista militante, andrei a protestare fuori da un’ambasciata o a sfilare in corteo, dedicherei parte del mio tempo a raccogliere fondi, per esempio. E visto che non faccio niente di ciò mi merito l’appellativo di slacktivist. Lo slacktivism (attivismo per pigri, o per svogliati, se preferite) è figlio dell’era digitale. Oggi è facilissimo firmare una petizione, non devi neanche avere una penna a portata di mano. Ma quel senso di autocompiacimento nell’aver dato il mio contributo a una buona causa lascia presto il posto all’amara realizzazione che potrei fare di più. Ok, vado a tirar fuori lo striscione.

Origini del termine

Slacktivist e slacktivism sono fusioni, ottenute combinando slacker, il fannullone per scelta, e activist/activism. Pare che il termine slacktivism sia stato coniato a metà degli anni Novanta, per indicare il sostenere una causa in modi non tradizionali, e non avesse alcuna connotazione negativa. Anche clicktivism e clicktivist, termini percepiti come più neutri, descrivono fenomeni di attivismo da poltrona.

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.