WordWatch

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Call someone out

20/07/2015
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

to call someone out (on/for sth) – verbo frasale transitivo

to call someone on sth – verbo frasale transitivo

 

It's really up to you whether you call the person out or choose to ignore [them].

Emberger called out the government for downplaying concerns with fracking.

Calling a person out on their bad behavior can be a difficult task.

His comments were a load of hype, and I called him on his assertion by pointing out the inconvenient facts.

 

Sebbene la maggior parte delle parole o locuzioni nuove in inglese sia costituita da sostantivi, anche altre parti del discorso danno origine a vari neologismi. È il caso, per esempio, dei verbi frasali, come dimostrano i recenti big up, dial down e dumb down.

Tra i significati ‘storici’ del verbo frasale call out ci sono il dire o chiamare a voce alta (Please call out your name); il chiamare o far intervenire (We had to call the plumber out last night) e il far scendere in sciopero, mobilitare (They decided to call the workers out on strike). A questi si è aggiunta una nuova accezione, quella di contestare a qualcuno atteggiamenti o affermazioni che si ritengono inaccettabili o ingiustificati. Il verbo esprime inoltre una certa esasperazione nei confronti di tali atteggiamenti o affermazioni e implica l’avere conoscenza di fatti o l’autorità per muovere la critica.

Il verbo ha forma variabile, come mostrano gli esempi dati sopra: to call someone out, on something, o for doing something, o to call someone on something.

 

Origini del termine

 

To call someone out nasce nell’inglese americano ma è oggi usato anche in altre varianti, incluso l’inglese britannico. Per inciso, to call someone out un tempo significava ‘sfidare qualcuno a duello’.

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.