WordWatch

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

data

30/05/2016
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

small data – sostantivo

thick data – sostantivo

For marketers, truly valuable customer data comes in two forms: thick data and big data.

Thick data involves qualitative informative materials, tools or techniques that help brands gather granular, specific knowledge about their target audience.

Martin Lindstrom, a modern-day Sherlock Holmes, harnesses the power of small data in his quest to discover the next big thing.

The discussions around big data miss a much bigger and more important picture: the real opportunity is not big data, but small data.

Il concetto di big data circola da un pezzo (la voce è presente nel dizionario Ragazzini inglese-italiano) e da poco gli si sono affiancati quello di small data, cioè i dati rappresentati dalle informazioni personali generate dalle nostre attività online, e quello di thick data, ovvero le informazioni che emergono utilizzando metodologie di ricerca qualitativa come questionari, sondaggi ecc. I thick data sono particolarmente interessanti per chi si occupa di marketing perché forniscono il contesto di scelte e decisioni, consentendo di elaborare strategie di mercato più accuratamente mirate.

L’espressione thin data sembra ancora relativamente poco usata.

Origini del termine

I due composti, di recente formazione, seguono la formula aggettivo+sostantivo; nel caso di thick data l’aggettivo thick deriva dall’uso che se ne fa in etnografia relativamente al metodo chiamato thick description, descrizione densa. Com’è facile intuire, gli small data sono il contrario dei big data.

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.