WordWatch

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Generation Z, K

30/08/2016
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Generation Z, Gen Z – sostantivo

Generation K – sostantivo

 

Generation Z are -- to their cynical Gen X parents -- almost nauseatingly worthy, keen to volunteer and aware that an education is to be treasured.

Generation K is more sober: teenagers drink less alcohol and take fewer drugs than their recent predecessors.

If you can't imagine never having Internet again and the thought of losing your phone terrifies you, you definitely fit the Generation K profile.

 

La Generation Z, cioè quella dei giovani nati dopo la metà degli anni ’90, è la generazione dei nativi digitali, perfettamente a loro agio con le tecnologie digitali e i social network. Sono giovani nel complesso maggiormente interessati e più attivi nel sociale della generazione che li ha preceduti, la Generation Y, ma quanto ciò sia dovuto all’entusiasmo e all’idealismo della gioventù ancora non si sa.

Una sottocategoria della Generation Z è quella che l’economista inglese Noreena Hertz ha ribattezzato Generation K, formata da ragazze di età compresa tra i 13 e i 21 anni. Secondo la Hertz, che ha studiato a fondo questa categoria e ha pubblicato un saggio sull’argomento, nonostante queste giovani donne siano figlie di un’epoca fortemente influenzata dalla tecnologia, dall’incertezza economica e dalla minaccia del terrorismo e appaiano dunque comprensibilmente ansiose, dimostrano di avere notevoli doti di generosità, apertura mentale e creatività.

 

Origini del termine

 

Mentre Generation Z segue la scia di Generation X e Y, Generation K prende il nome da Katniss Everdeen, l’eroina della popolarissima saga Hunger Games, diventata un idolo degli adolescenti.

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.