WordWatch

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

-shaming, -shame

13/10/2016
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

-shaming – suffisso

-shame – suffisso

 

If you're new to the body-positive conversation, fat-shaming might feel like a buzz word -- but it's a real thing, and it has very real consequences.

A second Miss Universe contestant has come forward to claim that she was fat-shamed by Donald Trump.

Slut-shaming is sexist because only girls and women are called to task for their sexuality, whether real or imagined.

Basically, body-shaming encompasses all words that people use and actions they carry out to make someone feel bad about their body.

 

Di recente, il candidato repubblicano alla presidenza degli Stati Uniti Donald Trump ha umiliato Alicia Machado, ex Miss Universo schieratasi con l’avversaria democratica di Trump, Hillary Clinton, macchiandosi per l’ennesima volta di fat-shaming e body-shaming. Entrambe le attività consistono nel criticare aspramente e apertamente qualcuno per il suo peso, nel primo caso, e per il suo aspetto nel secondo; e non sono solo appannaggio del cafone di turno: colpevole è anche la stampa gossip quando pubblica foto impietose di personaggi pubblici, di solito di sesso femminile, che si sono “lasciati andare”.

Con lo slut-shaming si stigmatizzano le donne per qualunque forma di comportamento sessuale che devii dalla monogamia o dalla castità, cosa inaudita nei riguardi di un uomo.

Quelli di cui abbiamo parlato sono solo tre dei composti più frequenti con -shaming: si può essere skinny-shamed, food-shamed, mom-shamed… il prefisso è altamente produttivo, quindi l’elenco è pressoché infinito.

 

Origini del termine

Mentre il verbo e il sostantivo shame sono in circolazione da secoli, l’uso del suffisso è emerso a metà degli anni 2000, in concomitanza del boom dei social network.

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.