WordWatch

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

bants

28/11/2016
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

bants, bantz – sostantivo non numerabile, plurale

 

Whether it be swapping everyone’s places around in the Everton dressing room or engaging in quality bantz with his brother Gary on Twitter, good old Phil is always up for a laugh.

 What Trump boasts in racism, misogyny and locker room bantz, he lacks in presidential experience.

 Despite the top bants, deep in my soul I’m a sensitive lad really.

 

A voler dare una definizione di bants potremmo dire che è ‘il punzecchiarsi, lo stuzzicarsi o il prendersi in giro, di solito senza malizia, tra amici’. In effetti, quello che può sembrare dall’esterno come un umorismo grossolano e sbracato, è perfettamente tollerato tra amici. L’attività descritta come bants sembra essere più comune tra i (più o meno) giovani maschi, per quanto talvolta anche le donne siano ammesse nella cerchia dei banterers se dimostrano di essere spiritose e di non prendersi troppo sul serio: la capacità di ridere di sé oltre che degli altri è un requisito fondamentale.

Il verbo to banter in origine significava ‘canzonare pesantemente’ qualcuno; oggi il prendere in giro si è allegerito dell’elemento aggressivo e solo chi manca completamente del senso dell’umorismo può offendersi davvero. Tuttavia, la sfumatura negativa riaffiora quando attraverso un’apparente bonarietà fa capolino un atteggiamento misogino, omofobo o razzista.

 

Origini del termine

 

Bants (o bantz) deriva da banter, che risale al XVII secolo, mentre bants fa la sua comparsa nel Regno Unito ai primi del XXI. Questo tipo di accorciamento scherzoso è comune nella creazione di termini slang.

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.