WordWatch

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

sextortion

05/12/2016
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

sextortion – sostantivo non numerabile

webcam blackmail – sostantivo non numerabile

 

The shocking rise of ‘sextortion’ crime is laid bare today as police reveal the number of cases has doubled in a year.

Police have revealed an unprecedented rise in the new crime of webcam blackmail - known as ‘sextortion’ - with more than 900 cases reported so far this year.

According to TrendMicro, a Japanese sextortion gang stole at least ¥3.5 million ($29,204.88) from 22 victims between December 2013 and January 2014.

 

Il ricatto, uno dei reati più antichi, nell’era di internet ha assunto una forma particolarmente odiosa. Stiamo parlando di sextortion, l’estorsione a sfondo sessuale anche detta in inglese webcam blackmail, che ha conosciuto di recente un vero e proprio boom. Le vittime sono perlopiù giovani uomini, anche se il fenomeno sembra non conoscere barriere di genere o età, che vengono convinti da un fantomatico profilo social di una presunta bellezza (magari straniera) a fare pratiche erotico-sessuali davanti alla webcam. Il filmato diventa l’arma del ricatto: paga o diffondiamo le immagini tra i tuoi amici e familiari e su internet.

Così come altri fenomeni criminali in rete, la sextortion è un’attività globalizzata con gang che operano da Paesi diversi come il Marocco, le Filippine e la Costa d’Avorio. Il fenomeno in Italia è cresciuto in maniera esponenziale tanto che la Polizia Postale ha preparato un video per mettere in guardia gli internauti meno accorti.

 

Origini del termine

 

Sextortion nasce dalla fusione di sex (o sexual) ed extortion e nonostante il termine sia in circolazione dagli anni ’50, la frequenza d’uso nel significato allargato è aumentata di pari passo alla crescita dei social network e delle app di messaggistica istantanea.

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.