WordWatch

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Alt-right

12/06/2017
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

alt-right – sostantivo singolare

alternative right – sostantivo singolare

Spencer, the leader of the white nationalist so-called “alt-right” … has made it clear he believes people of color are inferior to whites.

The term “Alt Right” originated with extremists but increasingly has found its way into the mainstream media.

The site had around 50,000 visitors a month, making it one of the most trafficked sites in the alt-right blogosphere.

L’elezione di Donald Trump alla presidenza degli Stati Uniti ha portato il movimento eterogeneo noto come alt-right al cuore del governo del Paese più potente del mondo. Steve Bannon, consulente strategico di Trump, è la figura di spicco dell’alt-right e Breitbart, il sito da lui diretto, è la piattaforma di riferimento del movimento la cui ideologia rifiuta il conservatorismo tradizionale per abbracciare un miscuglio di razzismo, suprematismo bianco, antifemminismo, omofobia e neonazismo.

Secondo alcuni la locuzione alt-right è stata scelta appositamente per celare l’ideologia estremista, e in ciò potrebbe esserci del vero: il termine alternative ha generalmente una connotazione positiva (vedi espressioni quali alternative lifestyles, alternative therapies e alternative energy sources. Gli esponenti dell’alt-right sono solo dei provocatori, come affermano, o qualcosa di più sinistro? Chi vivrà vedrà.

Origini del termine

Alt-right è formato dal prefisso -alt- più il sostantivo right nella sua accezione politica. Il prefisso è stato coniato negli anni ’90 come estensione del termine usato da certi newsgroup che si proponevano come alternativa ad altri newsgroup simili. L’espressione alt-right è stata usata per la prima volta nel 2008 riferendosi a estremisti di destra che diffondevano le loro idee attraverso i social e altre piattaforme digitali.

Traduzione di Loredana Riu

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.