WordWatch

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

microplastics

12/09/2017
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

microplastics – sostantivo plurale

 

About 86 tonnes of microplastics are released into the environment every year in the UK from facial exfoliants alone.

The biggest concern is the ingestion of these microplastics by aquatic organisms.

Clothes washing has been widely reported as a contributor to microplastics pollution.

 

Per microplastics, microplastica, s’intendono tutti quei frammenti di plastica di dimensioni comprese fra 1 e 5 mm che inquinano le acque del nostro pianeta e si concentrano soprattutto nei mari e negli oceani. Provengono da varie fonti: processi industriali, prodotti cosmetici e sanitari, persino il comune lavaggio in lavatrice di capi in fibra sintetica.

Solo di recente si è cominciato a capire in quanti e quali modi la microplastica, oltre a inquinare corsi e masse d’acqua, rappresenta un pericolo per gli organismi animali e vegetali marini. E la preoccupazione ora è che i detriti di plastica, entrati nella catena alimentare perché ingeriti dalle specie animali acquatiche, possano avere conseguenze potenzialmente nocive anche per la salute dell’uomo. I più cinici tra noi potrebbero vederla come la meritata retribuzione per l’insaziabile fame di plastica e la mancanza di rispetto nei confronti della natura dimostrate dal genere umano.

 

Origini del termine

 

La comparsa della microplastica sulle nostre spiagge risale agli anni 1970, ma il termine microplastics è stato coniato e diffuso solo negli anni 2000.

 

Traduzione di Loredana Riu

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.