WordWatch

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Property ladder

22/11/2017
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

property ladder – sostantivo

housing ladder – sostantivo

 

There's a housing crisis in the UK with many struggling to get onto the housing ladder.

Millennial couples can get a foot on the property ladder in just five years if they stop playing the Lottery and start making their own sandwiches, an estate agent has claimed.

Today, buyers are likely to have stretched themselves further to get on to the first rung of the ladder.

 

Nel Regno Unito la percentuale di chi possiede la casa in cui vive rispetto a chi vi abita in affitto è sempre stata alta; oggi però, con il prezzo medio di un immobile che supera di otto volte lo stipendio medio, e con un deposito di 94.000 sterline richiesto per l’acquisto della prima casa nella capitale, molti ventenni e trentenni vedono sfumare la possibilità di mettere piede sulla cosiddetta property ladder, la “scala immobiliare”.

Il concetto tutto britannico di property o housing ladder si fonda sul fatto che per decenni nel Regno Unito il prezzo della casa è aumentato più rapidamente del reddito o dell’inflazione, per cui una volta acquistata la prima casa la si rivende qualche anno dopo guadagnandoci, per poi comprarne un’altra più cara. E se questo sistema ha funzionato bene per i baby boomer, i loro figli e nipoti oggi si trovano sempre più lontani dall’agognata scala. La sola idea che per fare economia e riuscire a mettere da parte il deposito per la casa si debba rinunciare a mangiare fuori o ad andare in vacanza ha suscitato grande indignazione.

 

Origini del termine

 

Il termine housing ladder compare su fonti scritte agli inizi del 1900; e se property ladder ha visto la luce negli anni 1940 come alternativa, oggi sembra essere di gran lunga il preferito dei due.

 

Traduzione di Loredana Riu

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.