WordWatch

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

deep tech

23/07/2018
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

deep tech – sostantivo numerabile e non numerabile

deep technology – sostantivo non numerabile

 

In a report published in November, Atomico argued that Europe had acquired real traction in what it termed “deep tech".

The nature of Deep Techs sees them based around new technology, which means attracting and retaining top talent is key to their development.

Unlike typical business and consumer innovations using existing technology, Deep Tech companies create revolutionary solutions that redefine markets and industry processes.

 

La tecnologia pervade la nostra vita quotidiana in modi ritenuti impensabili fino a pochi anni fa, portando cambiamenti continui con cui è difficile stare al passo. Persino la frequenza del termine tech stesso è cresciuta in maniera esponenziale: nei primi anni 1990, quando fu compilato il British National Corpus, era scarsamente usato, e lo si trovava perlopiù nella locuzione high tech; oggi, nell’enorme corpus enTenTen13 ci sono 750.000 occorrenze e su Google quasi 2 miliardi, numero destinato a salire rapidamente.

La frequenza con cui si usa tech ha portato alla necessità di distinzioni una volta inutili: l’imprenditrice Swati Chaturvedi, a cui si deve il conio del termine deep tech, è stata spinta dal desiderio di distinguere tra imprese che, per quanto innovative, fanno semplicemente uso di strumenti e tecnologie esistenti e quelle che invece ne sviluppano di nuove, spesso a costo di anni di ricerca e investimenti. Deep tech indica la tecnologia fondata su una scoperta scientifica o un’innovazione ingegneristica significativa. Tra i settori in cui le innovazioni deep tech stanno avendo l’impatto maggiore ci sono la robotica, la medicina, l’intelligenza artificiale, le tecnologie pulite e l’efficienza energetica.

 

Origini del termine

 

Come già accennato, deep tech è stato coniato nel 2014 da Swati Chaturvedi, fondatrice e CEO di Propel(x), una piattaforma di investimenti online.

 

Traduzione di Loredana Riu

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.