Il film di oggi è: La guerra dei mondi

Il MorandiniLa guerra dei mondi (2)War of the Worlds (2)USA 2005GENERE: Fantasc. DURATA: 116′ VISIONE CONSIGLIATA: RAG.CRITICA: 3 PUBBLICO: 5REGIA: Steven SpielbergATTORI: Tom Cruise, Dakota Fanning, Tim Robbins, Miranda Otto
C’era da diffidare del progetto di riportare sullo schermo (in 10 000 copie, 650 in Italia) il romanzo pessimista e profetico di SF (1898) di H.G. Wells. Per 1 ora abbondante è un potente film catastrofico di paura: suspense impeccabile; perfetto apparato di effetti speciali (la ILM di Lucas); crudo realismo di fondo con poche inverosimiglianze sopportabili; struttura narrativa di solida semplicità che poi diventa semplicistica. E momenti folgoranti: il treno in fiamme al passaggio a livello; i cadaveri galleggianti sul fiume visti dalla bambina; la massa disperata dei profughi alla presenza del ferry-boat. Fin dove gli alieni sono invisibili, emoziona e cattura: le immagini di un’America di profughi in cammino lo rendono attuale. Quando i “mostri” entrano in azione, il film scade, rasenta il ridicolo involontario, rivelando la sostanza regressiva dell’operazione. Girato in 72 giorni dopo 10 settimane di preparazione, il blockbuster non si sottrae a una domanda: 128 milioni di dollari per una storia di 2 + 1 personaggi in cui Ray Ferrier, operaio quarantenne, riconquista il rispetto per sé stesso come padre? Contribuiscono all’impresa due professionisti cari a Spielberg: lo sceneggiatore David Koepp e Janusz Kaminski (fotografia). Nel finale per pochi istanti appaiono, come suoceri di Ray, Anne Robinson e Gene Barry, interpreti del film (1953) di Haskin. Ha incassato 590 milioni di dollari (Cruise si è preso il 20% degli utili).
AUTORE LETTERARIO: Herbert George Wells