Il film di oggi è: Uomini di Dio

Questa sera, su Rai5 ore 21:15Il Morandini consiglia:
Uomini di DioFr. 2010GENERE: Stor. DURATA: 122′ VISIONE CONSIGLIATA: TCRITICA: 4 PUBBLICO: 4REGIA: ATTORI: Lambert Wilson, Michael Lonsdale, Olivier Rabourdin, Philippe Laudenbach, Jacques Herlin
Più di 2 milioni di spettatori in Francia, 2° premio a Cannes 2010, critici quasi unanimi per l’opus n. 6 di Beauvois, scritto con Etienne Comar, girato ad alto costo in Marocco, riesce a conciliare i Vangeli col Corano, la fede cristiana sino al martirio con la denuncia antimilitarista. Tra il 26 e il 27 marzo 1996, in un’Algeria straziata dalla guerra civile, 6 degli 8 monaci trappisti del monastero di Tibhirine, sui monti innevati dell’Atlante, sono rapiti e uccisi da guerriglieri del GIA (Gruppo Islamico Armato). Il 30 maggio si trovano le loro teste, non i corpi. Si descrivono le loro giornate di preghiera, meditazione, lettura, lavoro agricolo e attiva e rispettosa convivenza con gli abitanti musulmani della zona. Il vecchio padre Luc, medico, cura gratis sino a 150 malati al giorno. È lui – uno strepitoso Lonsdale – il coprotagonista di un racconto corale che fa capo al nobile intellettuale Christian de Bergé (l’ottimo Wilson). La sua scrittura ha un ritmo morbido, lento e grave come i canti religiosi che scandiscono il racconto; la tensione angosciosa e la paura della morte lo impregnano insieme con razionalità emotiva: il loro non è un martirio cercato, ma accettato con l’ardore calmo di un’imitazione del Cristo. Prolissità compiaciuta nell’ultima cena, ma il finale è giusto. Fotografia: Caroline Charpentier.