La parola di oggi è: nommer

nommer /nɔme/ 🔊
A

v. tr. ( coniug. 3 aimer)

1

chiamare
ses parents l’ont nommé Robert i genitori lo hanno chiamato Roberto; forb. ce que l’on nomme amour ciò che si chiama amore

2

dare un nome a
nommer un nouveau produit dare un nome a un nuovo prodotto

3

fare il nome di
l’accusé refuse de nommer ses complices l’imputato rifiuta di fare il nome dei complici; je ne nommerai personne non farò nomi; scherz. c’est ce vieux filou de Dupont, pour ne pas le nommer! è quell’imbroglione di Dupont, tanto per non far nomi!

4

nominare
nommer son héritier nominare il proprio erede; il a été nommé ambassadeur è stato nominato ambasciatore; un avocat a été nommé d’office un avvocato è stato nominato d’ufficio


B

se nommer v. pron.

1

chiamarsi
je me nomme Georges Foucault mi chiamo Georges Foucault

2

dire il proprio nome
l’inconnu refusait de se nommer lo sconosciuto rifiutava di dire il suo nome