L'album della settimana

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Premiata Forneria Marconi | Storia di un minuto (1972)

10/05/2013
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Il nucleo originale della milanese PFM è composto da Franz Di Cioccio (1946) batteria, Franco Mussida (1947) chitarra, Giorgio Piazza (1947) basso, Flavio Premoli (1949) tastiere, Mauro Pagani (1946) flauto e violino. Alla voce tutti, senza un cantante di ruolo. Nel corso degli anni entra stabilmente Patrick Djivas (1947) al basso a sostituire Piazza e si avvicendano Bernardo Lanzetti alla voce, Greg Bloch al violino, Lucio “violino” Fabbri al violino e tastiere, Walter Calloni alla seconda batteria. Da solista Franco Mussida incide Racconti dalla tenda rossa (Virgin, 1991, ***) e Accordo (Musicando, 1995, **), Flavio Premoli l'omonimo Flavio Premoli (CBS, 1983, ***), Franz Di Cioccio Lupus in fabula (Fonit Cetra, 1992, ***), Lucio “violino” Fabbri, Amarena (Cramps, 1978, ***). Nessuno di questi lavori giustificherà una vera proiezione al di fuori della band, che a quarant'anni dall'esordio conserva una forte presa sul pubblico: da segnalare invece il side-project Slow Feet che Di Cioccio ha aperto come una sorta di palestra dove riprendere i grandi successi del Rock anni 60-70.

 

Storia di un minuto Storia di un minuto - Premiata Forneria Marconi (PFM)
Numero Uno, 1972 – ★★★★★

Impressioni di settembre resta uno dei massimi brani di Pop italiano. Quel fraseggio al moog, che irrompe e spazza via tutto dopo una breve introduzione lirica, coinvolge e mette di buon umore, adesso come allora. Essenzialmente strumentale È festa, gioioso e suonato con grinta, altra perla del disco. Lo stile è personale, tra cenni Prog e concessioni a spazi musicali più dilatati dove la chitarra acustica tiene le fila del discorso. Accade in Dove... quando e La carrozza di Hans, primo brano scritto dalla PFM. Dall'andamento orchestrale la conclusiva Grazie davvero. Sonorità corali e avvincenti.

 

Canzone: Impressioni di settembre

 

Quanto verde tutto intorno e ancor più in là
sembra quasi un mare l'erba
e leggero il mio pensiero vola e va
ho quasi paura che si perda…

 

Piattaforma Spotify

 

Piattaforma Grooveshark

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.