L'antiburocratese

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

stipsi

08/09/2014
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

 

BUSCOPAN COMPRESSE

Boehringer Ingelheim

 

 […]

 

EFFETTI INDESIDERATI
Molti degli effetti indesiderati elencati possono essere attribuiti alle proprietà anticolinergiche del Buscopan. Gli effetti secondari anticolinergici di Buscopan sono generalmente di lieve entità ed autolimitanti.

Disturbi del sistemo immunitario: reazioni anafilattiche con episodi di dispnea e shock anafilattico, reazioni cutanee e altre manifestazioni di ipersensibilità.

Patologie cardiache: tachicardia.

Patologie gastrointestinali: secchezza delle fauci, stipsi.

Patologie dello cute e del tessuto sottocutaneo: alterazioni della sudorazione.

Patologie urinarie e renali: ritenzione urinaria.

Patologie dell’occhio: midriasi, turbe dell’accomodazione, aumento del tono oculare.

Patologie del sistemo nervoso: sonnolenza.

Dosi elevate possono determinare segni di stimolazione centrale e più gravi segni di interferenza con il sistema nervoso, lo stato di coscienza e la funzione cardiorespiratoria.

Come tutti i medicinali, Buscopan può causare effetti indesiderati sebbene non tutti li manifestino.
Il rispetto delle istruzioni contenute nel foglio illustrativo riduce il rischio di effetti indesiderati.

Se uno qualsiasi degli effetti indesiderati si aggrava, o se nota la comparsa di un qualsiasi effetto indesiderato non elencato in questo foglio illustrativo, informi il medico o il farmacista.

Richiedere e compilare la scheda di segnalazione degli Effetti Indesiderati disponibile in farmacia (modello B).

 

Fonte

 

E’ un paragrafo del foglietto illustrativo di un comunissimo farmaco. Ma cos’è, più esattamente, il Buscopan? Ci viene detto in un altro paragrafo del medesimo foglietto: «Buscopan è un antispastico, anticolinergico, appartenente alla classe degli alcaloidi della belladonna semisintetici, composti ammonici quaternari». Chiarissimo, come il contenuto del testo sugli «Effetti indesiderati»: fra stipsi, midriasi, dispnea, turbe dell’accomodazione, segni di stimolazione centrale e altro. Limitiamoci al primo esempio, la stipsi. Avrei gradito una liberatoria – si fa per dire – stitichezza. Forse sarebbe stato però pretendere troppo; troppo familiare, e anche un tantino volgare.

 

***

Condividilo con un tweet:

In medichese è stipsi. Tu #dillofacile: stitichezza. http://bit.ly/1mMBV9e