Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Senza arte né parte

10 agosto 2013
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Questa sera, su Rai1 ore 21:15, il Morandini vi consiglia: Senza arte né parte


Senza arte né parteIt. 2010GENERE: Comm. DURATA: 90′ VISIONE CONSIGLIATA: TCRITICA: 3 PUBBLICO: 2REGIA: Giovanni AlbaneseATTORI: Vincenzo Salemme, Giuseppe (Beppe) Battiston, Donatella Finocchiaro, Hassani Shapi, Ernesto Mahieux, Ninni Bruschetta, Sonia Bergamasco, Paolo Sassanelli
Scritto con Erminio Perocco e Fabio Bonifacci, è il 2° film di Albanese che, divertendosi, sbeffeggia l'arte contemporanea di cui fa parte e si rivela – nel suo cortocircuito fra due mondi opposti – una delle commedie più anomale e buffe della stagione 2010-11. Dopo aver meccanizzato il suo vecchio pastificio nel Salento, consigliato dalla consulente finanziaria, il proprietario Tammaro compra una preziosa collezione e ne affida la temporanea custodia a tre degli operai che ha licenziato, riassumendoli in nero. Spinti dalla disperazione e forti della loro manualità, i tre rifanno alcune delle costosissime opere d'arte per vendersi gli originali. Una truffa in grande stile che si complica quando la collezione – falsi compresi – è spedita a Roma e messa all'asta. Pur con qualche scarto di inverosimiglianza, ma senza scivoli nel volgare, la sceneggiatura funziona, migliorata da un affiatato trio di comici (Salemme, Battiston, il calvo indiano Shapi), sormontati dalla Finocchiaro in parrucca nera. Prodotto dal milanese Lionello Cerri (Lumière & Co.) e Rai Cinema. Distribuisce 01.


Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.