Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Matrix Revolutions

24 maggio 2014
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Questa sera, su Mediaset Italia 2 ore 21:10, il Morandini vi consiglia: Matrix Revolutions


Matrix RevolutionsMatrix RevolutionsUSA 2003GENERE: Fantasc. DURATA: 129′ VISIONE CONSIGLIATA: RAG.CRITICA: 3 PUBBLICO: 4REGIA: Andy Wachowski, Larry WachowskiATTORI: Keanu Reeves, Carrie-Anne Moss, Laurence Fishburne, Hugo Weaving, Jada Pinkett-Smith, Lambert Wilson, Monica Bellucci, Sing Ngai
2ª metà di Matrix Reloaded (2003) e ultima pala del trittico aperto da Matrix (1999), archetipo di un nuovo genere, l'intellectual action movie. Imprigionato in una specie di terra di nessuno tra il mondo virtuale e quello reale, Neo scopre che anche le macchine possono amare. Liberato da Trinity e ispirato dall'Oracolo, mentre le “sentinelle” meccaniche invadono Zion in neri sciami e gli umani combattono l'ultima battaglia, decide di andare alla “sorgente” per proporre alle macchine un'alleanza in nome del comune interesse a fermare l'agente Smith, che ormai gioca in proprio. La chiave è nell'iniziale scambio di battute tra Neo e la proiezione antropomorfica di un programma: “Ma l'amore è un'emozione.” “No, è una parola. L'importante è l'interazione che comporta.” Insomma, tutto è linguaggio e dunque le opposizioni matrix (illusione)/mondo (realtà), macchine/uomini sono relative e superabili. Migliore del suo gemello ma inferiore al suo progenitore, si affida per tutta la parte centrale alle mirabolanti riprese della battaglia tra macchine e umani. I momenti clou sono quelli del capolinea della metropolitana, del superamento della coltre di nubi (ennesima versione del mito platonico della caverna), dell'incontro finale tra l'Oracolo e l'Architetto. Nell'orgia di rimandi, emerge quello classico alla cecità simbolo della capacità di visione metafisica. Ovvero: dopo aver imparato a “vedere” nella realtà virtuale, Neo impara a “vedere” anche nella realtà fisica.


Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.