Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Magnolia

13 luglio 2014
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Questa sera, su Iris ore 21:00, il Morandini vi consiglia: Magnolia


MagnoliaMagnoliaUSA 1999GENERE: Dramm. DURATA: 188′ VISIONE CONSIGLIATA: TCRITICA: 3 PUBBLICO: 3REGIA: Paul Thomas AndersonATTORI: Jason Robards, Julianne Moore, Tom Cruise, Jeremy Blackman, William H. Macy, Philip Baker Hall, Melinda Dillon, Melora Walters, John C. Reilly, Philip Seymour Hoffman
In un giorno piovoso a San Fernando Valley, ai bordi di Los Angeles, s'intrecciano molte storie che fanno capo a 9 personaggi principali: un vecchio miliardario (Robards) in fin di vita, assistito dalla moglie isterica (Moore) e da un infermiere volonteroso (Hoffman); suo figlio (Cruise), invasato predicatore maschilista che lo odia; un ragazzino (Blackman), campione di quiz in TV; un ex ragazzino prodigio fallito (Macy); un anziano conduttore TV (Baker Hall) dal turpe passato e sua figlia (Walters) cocainomane; un goffo poliziotto (Reilly) che s'innamora di lei. Il 3° film di P.T. Anderson – che l'ha anche scritto e coprodotto – sarà ricordato per la pioggia finale delle rane, evento (biblico? apocalittico?) con cui si vorrebbe – come nella struttura narrativa e nelle ambizioni di amaro affresco sociale – echeggiare America oggi di Altman. Sono tutte storie d'amore: negato, rimpianto, cercato, immaginato, manipolato, trovato, tradito, sprecato. Ben raccontate nella 1ª ora e mezzo, anche se sempre in bilico sulla soap opera o sulla ridondanza. Più bravo come regista che come sceneggiatore, Anderson non si limita a raccontare. Vuole spiegare. Invece di mostrare, dimostra. Tra gli attori spiccano la Moore e Cruise che, quando è alle prese con un personaggio ben scritto, conferma la sua bravura. Magnolia è il nome di una strada. Orso d'oro a Berlino e Golden Globe per Cruise.


Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.