Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Paolo Borsellino – I 57 giorni

28 maggio 2015
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Il film di oggi è: Paolo Borsellino - I 57 giorni

 Questa sera, su RaiPremium ore 21:20Il Morandini consiglia:
Paolo Borsellino - I 57 giorniIt. 2012GENERE: Biogr. DURATA: 110′ VISIONE CONSIGLIATA: TCRITICA: 3 PUBBLICO: 4REGIA: Alberto NegrinATTORI: Luca Zingaretti, Lorenza Indovina, Claudia Gaffuri, Marilù Pipitone, Davide Giordano
Film TV prodotto da RAI Fiction in onda su RAI1 con più di 8 milioni di spettatori. Ultima sceneggiatura di Francesco Scardamaglia. 57 giorni passano tra l'uccisione di Giovanni Falcone con la moglie e la scorta a Capaci e il 19 luglio 1992, quando in via d'Amelio a Palermo morirono Paolo Borsellino e la scorta. I due magistrati palermitani erano amici fin dall'infanzia. Il primo morì fra le braccia del secondo che in quei 57 giorni sapeva di dover morire, e ripeteva che non si trattava del “se”, ma soltanto del “quando”: sapeva bene chi aveva ucciso Falcone, ma si domandava il “perché”, annotando i risultati e le ipotesi delle sue indagini su un'agenda rossa non ritrovata dopo la morte. Giovanni e lui dovevano morire per il tradimento in corso delle trattative tra Stato e Cosa Nostra. La carta vincente del film è il romano Zingaretti che suggerisce la breve felicità dell'incipit e poi la sua celata disperazione, l'accanimento quasi psicotico nel fumo delle sigarette e la scontrosa tenerezza per le due figlie e il maschio che studia legge. La regia di Negrin non è all'altezza della sceneggiatura, specialmente verso la fine, ma si tenga conto del basso costo produttivo. Costumi di Lia Morandini.

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.