Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

La banda

10 novembre 2015
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Il film di oggi è: La banda

Oggi ore 19:00 vi aspettiamo alla Casa-Studio di Pirandello, ROMA, per ricordare Morando Morandini e presentare il nuovo Morandini 2016. Con Luisa Morandini, Mario Martone, Sonia Bergamasco, Mario Sesti, Paolo Petroni.
http://www.zanichelli.it/comunicazione/appuntamenti-zanichelli/

Questa sera, su Rai5 ore 21:15Il Morandini consiglia:

La bandaBikur ha-tizmoretIsr.-Fr. 2007GENERE: Comm. DURATA: 87′ VISIONE CONSIGLIATA: TCRITICA: 3,5 PUBBLICO: 3REGIA: Eran KolirinATTORI: Sasson Gabai, Ronit Elkabetz, Saleh Bakri, Khalifa Natour, Imad Jabarin, Tarak Kopty, Hisham Khoury
A Cannes 2007 il 1° film per il cinema di Kolirin vinse 3 premi: Fipresci, della Jeunesse e quello del coup de coeur. È già insolito che a un festival importante una commedia vinca premi. Diventa un caso raro se, pur facendo molto ridere, dà un colpo al cuore, cioè commuove. Rarissimo che sia anche coraggiosa. Non è un atto di coraggio che un regista israeliano affronti un argomento tragico come i rapporti tra ebrei e arabi, virandolo al comico? È un film dove “non succede niente”, basato su una situazione più che su un intreccio: una piccola banda della polizia egiziana, invitata a esibirsi per l'inaugurazione di un centro commerciale arabo, per una serie di equivoci e inciampi burocratici si trova sperduta in una desolata località, accolta da qualche abitante con divertita ospitalità. Con un occhio a Tati e uno a Kaurismäki, quella di Kolirin è una comicità lenta di osservazione. Non prescinde mai dalla verosimiglianza, ma con un'infallibile scelta dei tempi sfrutta i passaggi dal serioso all'incongruo, dal normale al surreale, dal grottesco al rimpianto. È condita con due ingredienti complementari: la malinconia e la musica, quella araba ma anche il jazz di Chet Baker. È una storia che ha più anime, appoggiata a un'ottima direzione degli attori. Dialoghi in egiziano sottotitolati e in ebraico doppiati.

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.