Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Cous Cous

30 dicembre 2015
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Il film di oggi è: Cous Cous

Questa sera, su Laeffe ore 21:05, Il Morandini consiglia: 

Cous CousLa graine et le mouletFr. 2007GENERE: Dramm. DURATA: 151′CRITICA: 4 PUBBLICO: 3REGIA: Abdellatif KechicheATTORI: Habib Boufares, Hafsia Herzi, Farida Bekhetache, Abdelhamid Aktouche, Bouraouïa Marzouk, Alice Houri, Cyril Favre, Leila D'Issernio
A Sète (Marsiglia) una famiglia mediterranea allargata – genitori immigrati maghrebini e figli, nati in Francia, dove hanno fatto matrimoni misti – ritrova l'unità aiutando il padre 60enne, licenziato dai cantieri navali, ad aprire un ristorante a bordo di una vecchia barcaccia in disuso. È il film – il 3° del francotunisino Kechiche – che, secondo molti critici e giurie laterali, avrebbe meritato il Leone d'oro a Venezia 2007. Più complesso, ellittico e sottile di quel che appare a un primo assaggio quando si è soggiogati dalla scrittura energica con la cinepresa a spalla addosso ai personaggi, il ricorso insistito ai primi e primissimi piani; la verità spontanea degli interpreti. È corale, ma con un protagonista, emblema di dignità, carico di un trattenuto dolore e di una dimensione tragica come il finale conferma. Sottotraccia c'è un discorso sociopolitico. C'è un'alchimia sapiente tra cupezza di fondo e ironia, sapida leggerezza, esaltazione dell'eloquenza nelle sue varie forme, anche quelle ipocrite della borghesia bianca. C'è una sensualità, affidata ai dialoghi e all'importanza del cibo e del mangiare insieme, che esplode nella danza del ventre finale, grande atto d'amore di Rym verso il padre adottivo. C'è un uso inedito della suspense che fa dimenticare allo spettatore la lunga durata – più di un'ora – della cena inaugurale. C'è il rifiuto del populismo, sostituito dall'amore lucido per i personaggi, soprattutto femminili. Premio della Giuria e premio Mastroianni (attrice emergente) alla Herzi a Venezia. Premio Delluc in Francia. Distribuito da Lucky Red.

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.