Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Ritratto di signora

16 aprile 2016
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Il film di oggi è: Ritratto di signora

Questa sera, su La7d ore 21:10Il Morandini consiglia:

Ritratto di signoraThe Portrait of a LadyGB-USA 1996GENERE: Dramm. DURATA: 144′ (137′) VISIONE CONSIGLIATA: TCRITICA: 4 PUBBLICO: 2REGIA: Jane CampionATTORI: Nicole Kidman, John Malkovich, Barbara Hershey, Mary-Louise Parker, Shelley Winters, Richard E. Grant, Shelley Duvall, John Gielgud, Valentina Cervi, Viggo Mortensen
Giunta in Inghilterra al seguito di una ricca zia (Winters), la giovane americana Isabel Archer (Kidman) si ritrova, alla morte dello zio (Gielgud), erede della metà del suo patrimonio e parte per l'Italia, dopo aver rifiutato più di una domanda di matrimonio per non perdere la libertà. A Firenze s'innamora di Gilbert Osmond, raffinato e colto snob che la sposa per denaro. Pur senza trascurare la dimensione sociale del romanzo (1879) di Henry James, il film – sceneggiato da Laura Jones che ne condensa le 600 pagine in 2 ore e un quarto – punta sui sentimenti e sui comportamenti, su un melodramma in penombra e diventa, ancor più che in James, un memorabile ritratto dell'infelicità femminile in cui, però, i temi della libertà e della responsabilità sono centrali. La Isabel della Campion si assume tutta la responsabilità delle scelte che l'hanno sprofondata nell'infelicità. 3 sono i momenti del film, tra i più sottovalutati degli anni '90, che ne offrono la chiave di lettura: la sequenza di apertura, la breve scena in cui la protagonista fantastica di essere a letto con i tre pretendenti e il finale “aperto” e sospeso. Splendida fotografia (Scope) di Stuart Dryburgh.
AUTORE LETTERARIO: Henry James

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.